Alcune persone con schizofrenia potrebbero semplicemente avere una carenza vitaminica

L’interazione tra il gene e l’ambiente prenatale può predisporre la prole a sviluppare un disturbo psichiatrico. Quattro misteri irrisolti intorno alla schizofrenia hanno afflitto a lungo la comunità medica, ma una nuova ipotesi che identifica un legame comune tra loro e un’epidemia quasi dimenticata di una malattia chiamata pellagra potrebbe avere profonde implicazioni per la nostra comprensione della psicosi nelle nazioni più povere. La nuova ipotesi ha implicazioni su come un sottogruppo di persone con psicosi attiva possa essere potenzialmente sottoposto a screening, trattamento e cura. L’idea alla base dell’ipotesi dell’Università di Toronto è stata successiva alle recenti ricerche condotte nel sud dell’India. Questo studio ha recentemente identificato un legame tra la schizofrenia e una variante del gene NAPRT1, che riduce la capacità del corpo di usare la niacina o la vitamina B3, che si trova naturalmente in carne, pollame, pesce e uova. Questo sembra essere l’anello mancante che spiega tutti questi misteri medici. I ricercatori ipotizzano che esiste un’interazione critica tra il deficit di niacina prenatale di una donna incinta a causa della malnutrizione e la variante NAPRT1 che impedisce la capacità del feto di usare la niacina. Questa interazione tra il gene e l’ambiente prenatale può predisporre la prole a sviluppare un disturbo psicotico. Diversi studi indicano che la prole delle madri che soffrono di carestia nel loro primo trimestre di gravidanza ha il doppio delle possibilità di sviluppare la schizofrenia. La maggior parte dei ricercatori ritiene che la carenza di nutrienti debba svolgere un ruolo, ma il particolare nutriente deve ancora essere identificato. La niacina potrebbe essere il nutriente chiave coinvolto. L’identificazione della variante di rischio NAPRT1 fornisce anche alcune intuizioni su un secondo mistero medico: normalmente quando le persone ricevono alte dosi di niacina, la loro pelle si arrossa e può formicolare, bruciare o prudere; tuttavia, molte persone con schizofrenia hanno un rossore limitato o assente alla stessa dose elevata. La presenza di un gene che inibisce l’assorbimento della niacina può spiegare perché le persone con schizofrenia non mostrano lo stesso arrossamento della pelle in risposta a dosi elevate: hanno semplicemente una capacità inferiore di assorbire la vitamina. Anche la pellagra potrebbe essere una parte importante del puzzle. Tra il 1906 e il 1940, quasi 3 milioni di americani hanno sviluppato pellagra a causa di una dieta carente di niacina. I sintomi includono dermatite, demenza e morte. Nel 4/10 percento dei casi si sviluppa una psicosi attiva, che imita la schizofrenia. In quell’epoca la pellagra divenne la principale causa di morte negli ospedali psichiatrici del sud degli Stati Uniti. Il trattamento con niacina cura in modo rapido e permanente la malattia, comprese la psicosi e la dermatite. Nel 1941, la farina fu fortificata con niacina negli Stati Uniti e la malattia fu presto ampiamente sradicata. Oggi la diagnosi di pellagra è rara, ma i ricercatori si chiedono se potrebbe non essere rilevata nei paesi in via di sviluppo. Nella maggior parte dei casi di pellagra, il primo sintomo è un’eruzione cutanea grave, e di solito è così che viene diagnosticato il disturbo. I ricercatori ipotizzano che le persone con psicosi e la variante del gene a rischio potrebbero non presentare dermatite. Ciò comporterebbe che i pazienti venissero erroneamente classificati come affetti da schizofrenia invece della psicosi facilmente curabile associata a deficit di niacina. L’ipotesi dei ricercatori fornisce anche nuove intuizioni sul più sconcertante dei misteri medici associati alla schizofrenia: studi dell’Organizzazione mondiale della sanità dimostrano che i pazienti con schizofrenia nei paesi in via di sviluppo guariscono a un ritmo notevolmente più elevato rispetto a quelli nelle nazioni occidentali, nonostante il fatto che quelli occidentali ricevano interventi medici più estesi. Se alcuni pazienti affetti da schizofrenia nei paesi in via di sviluppo fossero, in effetti, casi di pellagra non diagnosticati, la loro psicosi potrebbe essere stata curata inavvertitamente semplicemente trascorrendo del tempo in un ospedale dove niacina nutriente sono forniti cibi ricchi di carne e uova. Il mistero medico finale ha generato il dibattito per mezzo secolo. Sei studi randomizzati e controllati condotti in Canada, negli anni ’50, hanno trovato ottimi risultati nel trattamento di pazienti con schizofrenia con alte dosi di niacina, ma gli sforzi multipli per replicare lo studio negli anni ’70 hanno trovato l’intervento inefficace. Gli studi canadesi degli anni ’50 furono condotti su pazienti nati nella Grande Depressione prima dell’adozione della fortificazione della farina di niacina. È molto probabile che le persone con schizofrenia nel Saskatchewan (Canada) avessero madri malnutrite e carenti di niacina. Se la psicosi dei pazienti fosse dovuta a pellagra non diagnosticata, ovviamente il trattamento con niacina sarebbe efficace. Le madri in gravidanza dei partecipanti al successivo studio hanno beneficiato della fortificazione universale della niacina e quindi è improbabile che i pazienti abbiano pellagra. I ricercatori sottolineano che sia una diagnosi corretta che la supervisione medica del trattamento con niacina per la pellagra sono essenziali. L’assunzione di niacina ad alte dosi può causare problemi potenzialmente letali se non adeguatamente monitorato. I ricercatori riconoscono che questa ipotesi è altamente speculativa, ma ritengono che siano giustificate ulteriori esplorazioni di queste idee. Nel caso in cui la psicosi sia dovuta alla pellagra, questi pazienti potrebbero essere curati in modo economico, rapido e permanente con niacina ad alte dosi, che consente loro di vivere una vita normale sana. E questo è qualcosa di cui sperare.

Daniele Corbo

Bibliografia: The study will appear in Schizophrenia Research

Immagine: Schizophrenia (Andreea Anghel)

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. macalder02 ha detto:

    È molto interessante avere maggiori conoscenze su questa malattia. Di solito associamo la schizofrenia a film e serie che ci mostrano quanto sia terribile questo male nelle persone che ne soffrono. Almeno con il tuo articolo, ci diamo un’idea più accurata di ciò che significa. Una master class per approfondire le nostre conoscenze.

    "Mi piace"

    1. Grazie mille! A causa di falsi miti, disinformazione, paure infondate e pregiudizio le persone con malattie psichiatriche sono costrette a vivere isolate e questo fa peggiorare sempre più la loro condizione.

      Piace a 1 persona

      1. macalder02 ha detto:

        Ciò accade molto spesso quando non si hanno le informazioni giuste.

        "Mi piace"

Rispondi a macalder02 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.