L’inquinamento atmosferico nell’infanzia è collegato alla schizofrenia

L’inquinamento atmosferico influisce sulla salute fisica e i risultati della ricerca ora concludono che influisce anche sulla nostra salute psicologica. La schizofrenia è un disturbo psichiatrico altamente ereditabile e recenti studi hanno suggerito che l’esposizione al biossido di azoto (NO2) durante l’infanzia è associata ad un elevato rischio di sviluppare successivamente la schizofrenia. Un nuovo studio, che combina i dati genetici di iPSYCH con i dati sull’inquinamento atmosferico del Dipartimento di Scienze Ambientali, dimostra che i bambini che sono esposti a un alto livello di inquinamento dell’aria durante la crescita, hanno un rischio maggiore di sviluppare la schizofrenia. Lo studio mostra che maggiore è il livello di inquinamento dell’aria, maggiore è il rischio di schizofrenia. Per ogni aumento di 10 μg/m3 (concentrazione dell’inquinamento atmosferico per metro cubo) nella media giornaliera, il rischio di schizofrenia aumenta di circa il venti percento. I bambini che sono esposti a un livello medio giornaliero superiore a 25 μg/m3 hanno circa il 60% di rischio in più di sviluppare la schizofrenia rispetto a coloro che sono esposti a meno di 10 μg/m3. Per mettere in prospettiva queste cifre, il rischio per tutta la vita di sviluppare la schizofrenia è di circa il due percento, il che equivale a due persone su cento che sviluppano schizofrenia durante la loro vita. Per le persone esposte al livello più basso di inquinamento atmosferico, il rischio a vita è poco meno del due percento, mentre il rischio per tutta la vita per coloro che sono esposti al livello più alto di inquinamento atmosferico è di circa tre per cento. I risultati dello studio sono stati appena pubblicati sulla rivista scientifica JAMA Network Open. Il rischio di sviluppare la schizofrenia è anche maggiore se si ha una maggiore predisposizione genetica per la malattia. I nuovi dati mostrano che queste associazioni sono indipendenti l’una dall’altra. L’associazione tra inquinamento atmosferico e schizofrenia non può essere spiegata da una maggiore responsabilità genetica nelle persone che crescono in aree con alti livelli di inquinamento atmosferico, spiegano i ricercatori nello studio, che è il primo del suo genere a combinare inquinamento atmosferico e genetica in relazione al rischio di sviluppare la schizofrenia. Lo studio ha coinvolto 23.355 persone in totale, e di queste 3.531 hanno sviluppato la schizofrenia. Sebbene i risultati dimostrino un aumento del rischio di schizofrenia quando aumenta il livello di inquinamento dell’aria durante l’infanzia, i ricercatori non possono commentare la causa. Invece, sottolineano che sono necessari ulteriori studi prima di poter identificare la causa di questa associazione.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Association of Childhood Exposure to Nitrogen Dioxide and Polygenic Risk Score for Schizophrenia With the Risk of Developing Schizophrenia”. Henriette Thisted Horsdal et al. JAMA Network Open

Immagine: Child Portrat 2030 (Don Van Amerongen)

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. luisa zambrotta ha detto:

    È un’informazione terribile!

    "Mi piace"

    1. L’inquinamento è qualcosa di terribile e temibile!

      Piace a 3 people

  2. almerighi ha detto:

    non lo sapevo, è allarmante

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.