L’esercizio fisico aumenta la memoria come la caffeina

Le camminate veloci – anche di soli 20 minuti – possono fornire la tua memoria di lavoro tanto quanto la tazza di caffè del mattino. In effetti, un recente studio pubblicato su Scientific Reports, ha dimostrato che l’esercizio fisico può anche ridurre gli effetti negativi dell’astinenza da caffeina come mal di testa, affaticamento e irritabilità. La memoria di lavoro è la capacità di archiviare e manipolare le informazioni, al momento, come ricordare gli articoli in una lista della spesa dopo che sei andato al negozio o la tipica capacità delle vecchie zie di ricordare le relazioni parentali delle famiglie. La caffeina e l’esercizio fisico hanno dimostrato di migliorare separatamente alcuni aspetti della cognizione come l’attenzione e la prontezza, ma i due potenziatori di energia non erano mai stati confrontati testa a testa. I ricercatori hanno testato una seduta di esercizio aerobico – essenzialmente una camminata veloce di 20 minuti su un tapis roulant – contro una dose di caffeina – equivalente a circa una tazza di caffè – per migliorare la memoria di lavoro. Hanno scoperto che la camminata veloce è stata paragonata favorevolmente alla caffeina. I risultati sono stati equivalenti sia per i consumatori di non caffeina che per i consumatori di caffeina, che è importante sapere per alcuni bevitori di caffè e consumatori di bevande energetiche. Le persone sane che bevono due tazze di caffè al giorno sono generalmente OK, nel senso che non influenzerà negativamente la maggior parte delle tue funzioni fisiologiche. Tuttavia, per popolazioni speciali, il consumo di caffeina può essere problematico e dovrebbe essere limitato o ridotto. Queste popolazioni speciali comprendono persone che soffrono di ansia o individui che soffrono di tremori muscolari, nonché donne in gravidanza. Le persone che sono grandi consumatori di caffeina, come quelle che bevono più di quattro tazze di caffè al giorno, sono anche più a rischio per alcuni degli effetti negativi della caffeina. La riduzione del consumo di caffeina, raccomandata o meno dal punto di vista medico, non è un compito semplice, ma l’esercizio fisico può aiutare. Se le persone sperimentano astinenza, una camminata acuta e sollecita può ridurre alcuni dei sintomi.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Effects of Caffeine and Acute Aerobic Exercise on Working Memory and Caffeine Withdrawal”. Anisa Morava, Matthew James Fagan & Harry Prapavessis. Scientific Reports

Immagine: Girl and dog walking (Margriet Fischer)

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Maria ha detto:

    Interessante 😀

    "Mi piace"

  2. tramedipensieri ha detto:

    Si, proprio così che ci si sente. Da qualche anno ho sperimentato che anche le articolazioni e la circolazione han ritrovato vigore dopo una bella camminata di 30 min. dopo i pasti…
    In realtà anche l’umore s’è sistemato; i pensieri si sono riempiti d’aria e gli occhi di bellezza.
    gran bel post 🙂

    "Mi piace"

    1. Grazie per il tuo commento! Hai riassunto tutti i benefici di una camminata!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.