Alcuni tratti della personalità al liceo possono prevenire il rischio di demenza cinque decenni dopo

Per la prima volta, uno studio ha dimostrato che i tratti della personalità da adolescente possono prevedere il rischio di demenza oltre 50 anni dopo. Lo studio, condotto da ricercatori dell’Università di Rochester, è stato pubblicato su JAMA Psychiatry. Studi precedenti hanno mostrato un legame tra capacità di pensiero precoce e successiva demenza. Altri studi hanno anche mostrato cambiamenti di personalità nel periodo in cui le anomalie cerebrali possono essere rilevate per la prima volta, ma prima che il pensiero e la memoria siano compromessi. L’attuale studio, che è stato finanziato dalla NIA, si prefiggeva di esaminare gli effetti dei tratti della personalità misurati molti decenni prima che la demenza iniziasse a svilupparsi e molto prima che potesse essere diagnosticata. I ricercatori hanno ottenuto dati dal 1960 per il Progetto TALENT, il più grande campione nazionale di studenti delle scuole superiori. Alla base, quando sono stati somministrati i test per 10 tratti della personalità, l’età media di ciascun partecipante era di circa 16. Dopo aver esaminato i registri Medicare per oltre 82.000 persone che avevano partecipato decenni prima al Progetto TALENT, i ricercatori hanno scoperto che 2.543 soddisfacevano i criteri per la demenza da un’età media di circa 70 anni. L’analisi ha mostrato che il rischio relativo di diagnosi di demenza in età avanzata era più basso per gli adolescenti che avevano livelli più elevati di vigore, che era collegato ad avere una disposizione energetica, vitalità e un alto livello di attività fisica. I tratti di calma e maturità sono stati anche associati a un minor rischio di demenza in seguito. Non associati a una diagnosi di demenza erano tratti della personalità come sensibilità sociale, socievolezza e leadership. I ricercatori hanno anche valutato l’influenza dello stato socioeconomico sui risultati dei test di personalità degli studenti. Lo stato socioeconomico non ha influenzato i risultati osservati per il vigore. Ma per livelli più elevati di stato socioeconomico, la protezione dalla demenza della calma e della maturità è aumentata. Con uno stato socioeconomico inferiore, questi due tratti della personalità non hanno ridotto il rischio di diagnosi di demenza. Gli autori hanno osservato che questa scoperta suggerisce che uno stato socioeconomico inferiore è collegato a un maggiore stress cronico, che potrebbe eliminare i benefici di tratti come essere calmo e maturo. Man mano che questi anziani continuano a invecchiare e ancora di più sviluppano demenza, ulteriori studi possono essere condotti per esaminare il rischio di demenza derivante da determinati tratti della personalità all’età di 16 anni. Prove aggiuntive e più forti per vigore, calma e maturità come i tratti protettivi della personalità potrebbero fornire la base per studi sulla prevenzione della modifica comportamentale.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Association between high school personality phenotype and dementia 54 Years later in results from a national US sample”. Chapman BP, et al. JAMA Psychiatry

Immagine: High School Daze (Edmund Prior)

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Non sono molto sicura circa la maturità più accentuata nell’adolescente quando l’aspetto economico è discreto: fino ad oggi mi è capitato di notare il contrario.

    "Mi piace"

    1. È possibile. Comunque l’articolo intendeva un aspetto economico non disagiato. Purtroppo quest’aspetto è maggiormente correlato ad una bassa scolarizzazione e a problemi vari.

      Piace a 1 persona

Rispondi a Le perle di R. Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.