La ricerca offre promesse per il trattamento della schizofrenia

La ricerca di uno psicologo dell’Università della Georgia mostra che colpire un particolare sintomo della schizofrenia ha un effetto positivo su altri sintomi, offrendo una promessa significativa per il trattamento di un aspetto della schizofrenia che attualmente non ha opzioni farmaceutiche. Un team di ricerca ha pubblicato uno studio a conferma del fatto che trattare con successo l’avolizione – motivazione ridotta – ha un effetto positivo su altri sintomi negativi della schizofrenia. “Avolizione” è un termine usato per descrivere la mancanza di motivazione o la capacità di fare i compiti o le attività che hanno un obiettivo finale, come pagare le bollette o andare a scuola. In particolare l’avolizione nella schizofrenia potrebbe manifestarsi con l’incapacità di prendersi cura dell’igiene personale o partecipare al lavoro o attività ricreative. I risultati, pubblicati su Schizophrenia Bulletin, erano basati su uno studio di fase 2b del composto roluperidone di Minerva Neurosciences. C’è molta speranza che lo studio di fase 3 di Minerva mostrerà un simile miglioramento dei sintomi negativi. Questo potrebbe essere il primo farmaco che riceve un’indicazione per i sintomi negativi della schizofrenia dalla Food and Drug Administration, che è forse il più grande bisogno nel campo della psichiatria. Sarebbe un enorme vantaggio per la vita delle persone affette da schizofrenia. La schizofrenia è la principale causa medica di disabilità funzionale in tutto il mondo, secondo diversi studi sulla salute basati sulla popolazione. Le persone con disabilità funzionale hanno difficoltà a mantenere un lavoro, a costruire relazioni sociali e a mantenere le attività indipendenti della vita quotidiana. Negli Stati Uniti, può anche fare riferimento a ricevere fondi per invalidità sostenuti dal governo. Il governo spende ogni anno un’enorme quantità di denaro in disabilità funzionale. I sintomi negativi sono il più forte fattore predittivo di disabilità funzionale, ma nessun farmaco ha ricevuto l’approvazione della FDA per il loro trattamento. Pertanto, sono un obiettivo di trattamento critico. Un articolo del 2018 pubblicato su JAMA Psychiatry ha dimostrato che i sintomi negativi non sono un costrutto singolare, come è stato a lungo ipotizzato, ma riflettono cinque domini distinti: avolizione; anedonia (piacere ridotto); asocialità (riduzione dell’attività sociale); affetto smussato (riduzione delle emozioni espresse esternamente con faccia e voce); e alogia (linguaggio ridotto). Ogni dominio costituisce un obiettivo di trattamento separato. In uno studio del 2019 il gruppo di ricerca ha cercato di identificare quale dominio è il più critico per raggiungere negli studi terapeutici. Hanno condotto un’analisi di rete, un avanzato approccio matematico nel campo dell’ingegneria e della scienza dei sistemi complessi. Storicamente, i ricercatori hanno esaminato il modo in cui i sintomi funzionano isolatamente, ma l’analisi della rete ha rivelato che possono avere interazioni causali dinamiche tra loro. Anche se un farmaco non diminuisce la gravità di un sintomo, può servire ad una preziosa funzione nel modificare le interazioni tra i sintomi. I risultati dello studio hanno indicato che l’avolizione è un dominio altamente centrale all’interno del costrutto dei sintomi negativi, suggerendo che gli altri sintomi negativi sono strettamente accoppiati a questo dominio e, se trattata con successo, l’intera costellazione di sintomi negativi potrebbe migliorare. Lo studio più recente di Strauss, pubblicato anche nel Bollettino sulla schizofrenia, ha condotto un’analisi di rete sui dati della sperimentazione clinica di Minerva Neurosciences. Nello studio clinico, la società ha osservato che il roluperidone ha avuto una riduzione significativa dei sintomi negativi. L’analisi dei dati del team ha rivelato che l’avolizione era il dominio più centrale per il gruppo di trattamento attivo, suggerendo che quando il farmaco migliorava l’avolizione, tutti gli altri sintomi negativi miglioravano di conseguenza. Questo studio suggerisce che il futuro sviluppo di farmaci dovrebbe colpire in particolare i meccanismi di aviazione. Se quel dominio viene migliorato con successo, potrebbe essere possibile migliorare tutti i sintomi negativi e successivamente ridurre la disabilità funzionale.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Network Analysis Indicates That Avolition Is the Most Central Domain for the Successful Treatment of Negative Symptoms: Evidence From the Roluperidone Randomized Clinical Trial”. Gregory P Strauss, Farnaz Zamani Esfahlani, Hiroki Sayama, Brian Kirkpatrick, Mark G Opler, Jay B Saoud, Michael Davidson, Remy Luthringer. Schizophrenia Bulletin

Immagine: Schizophrenia (Andreea Anghel)

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Sarebbe un gran passo avanti.

    "Mi piace"

    1. Enorme! Prezioso, vitale per chi soffre di schizofrenia

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.