Paracetamolo e perdono possono alleviare il dolore emotivo e fisico dell’esclusione

Quasi tutti sperimentano il dolore del rifiuto sociale ad un certo punto della loro vita. Può essere innescato dalla fine di una relazione romantica, dalla perdita di un lavoro o dall’esclusione da parte di amici. La ricerca ha dimostrato che il disagio emotivo che spesso accompagna queste esperienze è chiamato dolore sociale e può causare tristezza, depressione e solitudine, nonché dolore fisico reale. Uno studio, pubblicato di recente negli Annals of Behavioral Medicine, potrebbe aver trovato un antidoto: il perdono combinato con il paracetamolo. Per lo studio, i ricercatori hanno seguito un gruppo di adulti sani per tre settimane ed hanno assegnato loro in modo casuale delle dosi giornaliere di 1.000 mg di acetaminofene (paracetamolo), 400 mg di una pillola di potassio placebo o nessuna pillola. Hanno anche misurato i loro livelli di perdono su base giornaliera usando un questionario. Ad esempio, ai partecipanti è stato chiesto di valutare in che misura sono d’accordo o in disaccordo con affermazioni come “Spero che questa persona ottenga ciò che si merita per quello che ha fatto a me”. Se combinato con la tendenza a perdonare, l’assunzione di paracetamolo riduce sostanzialmente il dolore sociale che le persone hanno provato nel tempo. Più specificamente, i partecipanti che assumevano paracetamolo che avevano tendenza al perdono hanno mostrato una riduzione del 18,5% del dolore sociale durante il periodo di studio di 20 giorni. Cosa ha indotto i ricercatori a pensare che il paracetamolo e il perdono potrebbero alleviare il dolore del rifiuto? La ricerca ha dimostrato che il dolore fisico e il dolore sociale sono influenzati da alcuni degli stessi processi biologici nel cervello e nel corpo. Sulla base di questa ricerca, hanno pensato che il paracetamolo, che è comunemente usato per trattare il dolore fisico, potrebbe anche essere in grado di ridurre il dolore sociale. Pensano che aiutino a ridurre le esperienze di dolore sociale in diversi modi. Ad esempio, il paracetamolo probabilmente riduce il dolore sociale influenzando la segnalazione del dolore nel cervello attraverso i suoi effetti su percorsi cerebrali specifici. D’altra parte, è stato trovato che il perdono riduca i sentimenti di stress e rabbia delle persone a seguito di esperienze di rifiuto sociale ed esclusione. Sulla base dei risultati dello studio, sembra che il paracetamolo agisca in sinergia con la capacità delle persone di perdonare per alleviare i sentimenti di dolore sociale che sono comunemente associati al rifiuto e all’esclusione. In che modo il dolore sociale influenza le persone a livello emotivo? Vivere un evento di vita socialmente doloroso, come una rottura della relazione, è uno dei più forti predittori dello sviluppare la depressione nell’adolescenza e nell’età adulta. Il dolore sociale è anche associato a una riduzione del funzionamento cognitivo e ad una maggiore aggressività e coinvolgimento in comportamenti autolesionistici, come l’assunzione di rischi eccessivi e la procrastinazione. Si può solo speculare sul perché il rifiuto sociale causi dolore fisico, ma una possibilità è che il dolore fisico avvisa la persona del fatto che un importante rapporto sociale è stato minacciato o perso. Ciò può motivare la persona a provare a riaccendere la relazione o formare altre relazioni per contribuire a garantire sicurezza e sopravvivenza continue. In prospettiva, si spera di comprendere meglio i meccanismi alla base di come il paracetamolo e il perdono alleviano il dolore sociale e, soprattutto, come si possa usare questa conoscenza per migliorare la salute e il benessere umano.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Alleviating Social Pain: A Double-Blind, Randomized, Placebo-Controlled Trial of Forgiveness and Acetaminophen”. George M Slavich, PhD, Grant S Shields, MA, Bailey D Deal, BA, Amy Gregory, EdS, Loren L Toussaint, PhD. Annals of Behavioral Medicine

Immagine: Exclusion (Anna Andura)

14 commenti Aggiungi il tuo

  1. elettasenso ha detto:

    Sono sostanzialmente avversa all’uso di farmaci… ma se possono aiutare in un momento di depressione, stato piuttosto grave, ben vengano. 🐞

    Piace a 1 persona

    1. Soprattutto se non sono psicofarmaci con tutti gli effetti collaterali che comportano… Buona settimana!

      "Mi piace"

      1. elettasenso ha detto:

        Buona giornata 🐞

        "Mi piace"

  2. Tanti anni fa lessi in un romanzo che uno dei protagonisti usava l’aspirina per alleviare stati d’animo negativi.

    "Mi piace"

    1. Interessante, devo verificare se esiste qualche fondamento scientifico. Buona settimana Elena

      "Mi piace"

      1. Grazie. Buona settimana anche a te.

        "Mi piace"

  3. Speranza ha detto:

    Davvero interessante, sia perché è un farmaco economico con poche controindicazioni sia perché non dà assuefazione.

    "Mi piace"

    1. Esatto, i vantaggi sono proprio quelli. Non va dimenticato che prendere paracetamolo senza riuscire a perdonare non è efficace. Buona settimana

      "Mi piace"

  4. fulvialuna1 ha detto:

    Interessante, penso che chi non riesca da solo a superare alcune difficoltà va indubbiamente aiutato. E magari con farmaci come il paracetamolo che, per quanto farmaco, non ha effetti incisivi sulla psiche e non da dipendenza.

    "Mi piace"

    1. Esatto, ha ottimi vantaggi. Da abbinare al perdono però… Buona settimana!

      Piace a 1 persona

  5. Credo che sia assolutamente vero…non abuso di medicine, ma spesso possono aiutare i nervi

    "Mi piace"

    1. La tensione non aiuta a metabolizzare bene le ferite, che così non vanno mai via ed alimentano la somatizzazione e ripartendo con un circolo vizioso che distrugge. Allora bisogna intervenire in parallelo, meglio ancora con un farmaco come il paracetamolo che ha pochissimi effetti collaterali e soprattutto non dà dipendenza

      "Mi piace"

      1. Assolutamente d’accordo. Sarebbe un discorso lungo, comunque ora prendo gocce naturali, tempo fa mi facevo di paracetamolo 🤣🤣🤣🤣😉😉

        "Mi piace"

      2. Direi che va benissimo così 😉

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.