La connessione con la natura rende i bambini più felici

Un nuovo studio su Frontiers in Psychology, condotto dal team di ricerca presso il Sonora Institute of Technology (ITSON), ha dimostrato per la prima volta che la connessione con la natura rende i bambini più felici a causa della loro tendenza a svolgere attività sostenibili e comportamenti pro ecologici. Mentre il nostro pianeta affronta le crescenti minacce di un clima caldo, la deforestazione e l’estinzione delle specie di massa, la ricerca incentrata sulle relazioni tra uomo e natura è sempre più urgente per trovare soluzioni ai problemi ambientali di oggi. Poiché le generazioni più giovani saranno i futuri custodi del pianeta, i ricercatori stanno lavorando ai modi in cui possiamo promuovere comportamenti sostenibili e sviluppare l’assistenza ambientale nei bambini. I ricercatori affermano che una disconnessione dalla natura, definita “disturbo da deficit di natura”, può contribuire alla distruzione del pianeta, poiché è improbabile che la mancanza di un legame con il mondo naturale provochi il desiderio di proteggerlo. La “connessione con la natura” come, non solo apprezzare la bellezza della natura, ma anche essere consapevoli dell’interrelazione e della dipendenza tra noi stessi e la natura, apprezzare tutte le sfumature della natura e sentirsene una parte. Lo studio ha reclutato 296 bambini di età compresa tra 9 e 12 anni da una città messicana nordoccidentale. A tutti i partecipanti è stata data una scala auto-amministrata completata a scuola per misurare la loro connessione con la natura, i comportamenti sostenibili (comportamento pro-ecologico, frugalità, altruismo ed equità) e la felicità. Ciò ha incluso la misurazione del loro accordo con le dichiarazioni sulla loro connessione con la natura, come “Gli esseri umani fanno parte del mondo naturale” e le dichiarazioni sui loro comportamenti sostenibili, come “Separare le bottiglie vuote da riciclare”. I ricercatori hanno scoperto che nei bambini, sentirsi in contatto con la natura aveva associazioni positive per pratiche e comportamenti di sostenibilità e hanno anche portato i bambini a segnalare livelli più alti di felicità percepita. Ciò suggerisce che i bambini che si percepiscono più connessi alla natura tendono a svolgere comportamenti più sostenibili e quindi hanno anche maggiori livelli di felicità. Precedenti ricerche sugli adulti avevano suggerito una relazione tra connessione con la natura e sviluppo di comportamenti pro-ambientali e la felicità che ne derivava. Nonostante i limiti dello studio di testare solo bambini della stessa città, i risultati forniscono informazioni sul potere della psicologia positiva della sostenibilità nei bambini. Approfondire la nostra comprensione delle relazioni tra queste variabili può fornire spunti pratici per gli ulteriori benefici psicologici della promozione di comportamenti sostenibili nei bambini. Se vogliamo sviluppare attenzione e preoccupazione per l’ambiente nelle generazioni più giovani, allora sono indispensabili iniziative per incoraggiare e consentire ai giovani di trascorrere più tempo nella natura. I genitori e gli insegnanti dovrebbero promuovere nei bambini un contatto o un’esposizione alla natura più significativi, perché questi risultati indicano che l’esposizione alla natura è correlata alla connessione con essa e, a sua volta, con comportamenti sostenibili e felicità. Lo studio ha implicazioni affascinanti e pratiche per la ricerca futura in psicologia ambientale e le sue applicazioni nell’educazione e nelle iniziative basate sulla natura, evidenziando i benefici positivi per il pianeta e il benessere dei bambini nel favorire una maggiore esposizione e contatto con il mondo naturale.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Connectedness to Nature: Its Impact on Sustainable Behaviors and Happiness in Children”. Laura Berrera-Hernández, et al. Frontiers in Psychology

Immagine: Children at Lake (Brigitte Yoshiko Pruchnow)

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. @didiluce ha detto:

    Vero! Ma. domando, i bambini fanno ancora i bambini o hanno la possibilità di fare ed essere ancora bambini?, oppure tra: dopo scuola, la lezione di danza/caldi/basket/nuoto, la recita, lo smartphone, i video giochi, gli impegni extra scolastici dettati dalla scuola, etc…etc… sono degli adulti stressati e super impegnati informato mignon?
    Lo scrivo con un po’ di rabbia sì ma senza polemica, perché davvero non può essere che non abbiano il tempo per essere e fare i bambini.💚

    "Mi piace"

    1. Sono assolutamente d’accordo con te, la cosa più sana ed educativa che possa fare un bambino è semplicemente fare il bambino! Credo appunto che far passare loro del tempo nella natura sia coerente con questa idea.

      Piace a 2 people

      1. @didiluce ha detto:

        Già 😀

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.