La complessa biologia dietro il tuo rapporto con il caffè

Perché alcune persone sentono di aver bisogno di tre tazze di caffè solo per superare il giorno in cui altre sono contente solo di una? Perché alcune persone si astengono del tutto? Una nuova ricerca suggerisce che la nostra assunzione di caffè – la bevanda più popolare in America, al di sopra di acqua in bottiglia, bibite, tè e birra – è influenzata da un circuito di feedback positivo tra genetica e ambiente. Questo fenomeno, noto come “ereditarietà specifica del quantile”, è anche associato ai livelli di colesterolo e al peso corporeo e si ritiene che svolga un ruolo in altri tratti fisiologici e comportamentali umani che sfidano le semplici spiegazione. Sembra che i fattori ambientali abbiano in qualche modo posto le basi in cui i tuoi geni iniziano a produrre effetti. Quindi, se l’ambiente circostante ti predispone a bere più caffè – come il fatto che i tuoi colleghi o il tuo coniuge bevono molto, o vivi in un’area con molti caffè – allora i geni che possiedi che predispongono al piacere del caffè avranno un impatto maggiore . Questi due effetti sono sinergici. Le scoperte, pubblicate sulla rivista Behavioral Genetics , provenivano da un’analisi di 4.788 coppie figlio-genitore e 2.380 fratelli dello studio Framingham – un famoso studio in corso lanciato dal National Institutes of Health nel 1948 per studiare come lo stile di vita e la genetica influenzano tassi di malattie cardiovascolari. I partecipanti, che sono tutti collegati a un gruppo originale di Framingham, Massachusetts, inviano informazioni dettagliate su dieta, esercizio fisico, uso di farmaci e anamnesi ogni tre o cinque anni. I dati dello studio sono stati utilizzati in migliaia di indagini su molti aspetti della salute umana. Il team di ricerca ha usato un approccio statistico chiamato regressione quantile per calcolare quale percentuale del consumo di caffè dei partecipanti potrebbe essere spiegata dalla genetica – visto che lo studio segue le famiglie – e cosa deve essere influenzato da fattori esterni. Ricerche passate mostrano che i fattori ambientali più significativi che influenzano il consumo di caffè sono la cultura e la posizione geografica, l’età, il sesso e se si fuma o meno il tabacco; con i fumatori maschi più anziani di origini europee che bevono di più, nel complesso. L’analisi ha indicato che tra il 36% e il 58% dell’assunzione di caffè è determinato geneticamente (anche se i geni causali esatti rimangono sconosciuti). Quando hanno iniziato a decodificare il genoma umano, hanno pensato che sarebbero stati in grado di leggere il DNA e capire come i geni si traducono in comportamento, condizioni mediche e così via. Ma non è così che ha funzionato. Per molti tratti, circa come beviamo il caffè, sappiamo che hanno una forte componente genetica: conosciamo i percorsi del bere il caffè in famiglia dagli anni ’60. Ma quando in realtà iniziamo a guardare il DNA stesso, di solito si trova una percentuale molto piccola della variazione dei tratti che può essere attribuita ai soli geni. Il presupposto tradizionale nella ricerca genetica è stato che l’ambiente e lo stile di vita alterano i livelli di espressione genica in modi coerenti e misurabili, creando in definitiva la manifestazione esteriore – chiamata fenotipo – di un tratto. Il lavoro statistico del gruppo di ricerca mostra che la situazione è più complessa, il che aiuta a spiegare la diversità dei tratti che vediamo nel mondo reale. Successivamente, il team di ricerca prevede di valutare se l’ereditarietà specifica del quantile abbia un ruolo nel consumo di alcol e nella funzione polmonare. Questa è una nuova area di esplorazione che si sta appena aprendo. Probabilmente cambierà, in un modo molto fondamentale, il modo in cui pensiamo che i geni influenzino i tratti di una persona.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Quantile-Specific Heritability may Account for Gene–Environment Interactions Involving Coffee Consumption”. Paul T. Williams. Behavior Genetics

Immagine: coffee painting (Neil Bolton)

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Interessante.

    "Mi piace"

    1. Grazie mille! buona domenica

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.