Comprendere in che modo COVID-19 influenza i bambini è importante per rallentare la pandemia

This shows the word covid-19

Sebbene finora COVID-19 stia risparmiando in gran parte i bambini, i ricercatori stanno avvertendo che è fondamentale capire come il virus colpisca i bambini per modellare accuratamente la pandemia, limitare la diffusione della malattia e garantire ai pazienti più piccoli le cure di cui hanno bisogno. I ricercatori del Baylor College of Medicine di Houston hanno scritto un commento sulla rivista Pediatrics che accompagna un nuovo articolo che rivela che una piccola percentuale di bambini infetti si ammala gravemente. Quelli a maggior rischio includono neonati e bambini in età prescolare. Molte malattie infettive colpiscono i bambini in modo diverso rispetto agli adulti e la comprensione di tali differenze può portare a intuizioni importanti. Questo sarà probabilmente vero per COVID-19, proprio come per le malattie infettive più vecchie. I ricercatori notano che ci sono sottogruppi di bambini che sembrano essere a maggior rischio di complicanze COVID-19, in particolare quelli che sono più giovani, immunocompromessi o hanno altri problemi di salute polmonare. Tuttavia, la presenza di altre infezioni virali in circa i due terzi dei casi di coronavirus infantile rende molto difficile valutare il vero effetto di COVID-19 sui bambini. Questa cifra si basa su studi precedenti di bambini con coronavirus rilevabili nel tratto respiratorio. Mentre molto rimane sconosciuto, i ricercatori avvertono che i bambini, anche quelli asintomatici, potrebbero svolgere un “ruolo importante” nella trasmissione della malattia. Ad esempio, citano uno studio che ha scoperto che il virus è rimasto nelle feci dei bambini per diverse settimane dopo la diagnosi. Ciò, insieme ad altre vie di trasmissione come le secrezioni nasali, potrebbe rappresentare una grande sfida per le scuole, i centri diurni e le famiglie dei bambini. Poiché molti bambini infetti da COVID-19 sembrano avere sintomi lievi o addirittura nessun sintomo, è importante praticare tutte le precauzioni di distanza sociale, igiene e altre raccomandate dalle autorità sanitarie pubbliche per ridurre al minimo la trasmissione dai bambini ad altri, compresi i familiari che potrebbero essere maggiormente a rischio di infezione, come i nonni o i familiari con patologie croniche. Inoltre, studi sui motivi per cui i bambini sono colpiti in modo diverso dagli adulti dall’infezione possono fornire spunti che possono essere utili per comprendere la malattia e i modi per curarla o prevenirla.

Daniele Corbo

Bibliografia: “COVID-19 in Children: Initial Characterization of the Pediatric Disease”. Steven L. Zeichner et al. Pediatrics

Immagine: The image is in the public domain.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.