Sdraiarsi a faccia in giù migliora la respirazione in gravi COVID-19

In un nuovo studio su pazienti con grave COVID-19 (SARS-CoV-2) ricoverati in ospedale, i ricercatori hanno scoperto che sdraiarsi a faccia in giù era meglio per i polmoni. L’articolo di ricerca è stata pubblicato online sull’American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine dell’American Thoracic Society. Nello studio gli autori riportano un’analisi retrospettiva sul trattamento di 12 pazienti nell’ospedale di Wuhan Jinyintan, in Cina, con grave sindrome da distress respiratorio acuto correlata all’infezione COVID-19 (ARDS) che è stata assistita da ventilazione meccanica. I ricercatori erano incaricati del trattamento di questi pazienti, che furono trasferiti da altri centri di trattamento all’ospedale di Jinyintan. La maggior parte dei pazienti ricoverati in terapia intensiva con COVID-19 confermato ha sviluppato ARDS. Lo studio osservazionale si è svolto per un periodo di sei giorni la settimana del 18 febbraio 2020. Questo studio è la prima descrizione del comportamento dei polmoni nei pazienti con COVID-19 grave che richiedono ventilazione meccanica e che ricevono una pressione positiva. Indica che alcuni pazienti non rispondono bene all’elevata pressione positiva e rispondono meglio al posizionamento rivolto verso il basso. I clinici di Wuhan hanno utilizzato un indice, il rapporto Recruitment-to-Inflation, che misura la risposta dei polmoni alla pressione (lung recruitability). I membri del gruppo di ricerca dell’Università di Toronto, hanno sviluppato questo indice prima di questo studio. I ricercatori hanno valutato l’effetto del posizionamento del corpo. Il posizionamento prono è stato eseguito per periodi di 24 ore in cui i pazienti presentavano livelli persistentemente bassi di ossigenazione del sangue. Il flusso di ossigeno, il volume polmonare e la pressione delle vie aeree sono stati misurati dai dispositivi sui ventilatori dei pazienti. Sono state prese altre misurazioni, tra cui l’aerazione dei passaggi delle vie aeree e sono stati effettuati calcoli per misurare la lung recruitability. Sette pazienti hanno ricevuto almeno una sessione di posizionamento verso il basso. Tre pazienti hanno ricevuto sia il posizionamento prono che l’ECMO (supporto vitale, in sostituzione della funzione del cuore e dei polmoni). Sono morti tre pazienti. I pazienti che non hanno ricevuto il posizionamento verso il basso avevano una scarsa lung recruitability, mentre l’alternanza del posizionamento supino (faccia verso l’alto) e verso il basso era associata ad una maggiore lung recruitability. È solo un piccolo numero di pazienti, ma questo studio mostra che molti pazienti non hanno riaperto i polmoni sotto alta pressione positiva e potrebbero essere esposti a più danni che benefici nel tentativo di aumentare la pressione. Il team era composto da scienziati e clinici affiliati a quattro ospedali cinesi e due canadesi.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Lung Recruitability in SARS-CoV-2 Associated Acute Respiratory Distress Syndrome: A Single-center, Observational Study”. Chun Pan et al. American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine

Immagine: The image is in the public domain.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Le idee dei medici, i loro diversi approcci sono indispensabili ora come ora. Tutti loro andrebbero ringraziati ogni giorno e, mi auguro, ricompensati un giorno per tutto quello che stanno facendo, quantomeno dalla vita stessa, dato che dai governanti c’è poco da aspettarsi.

    "Mi piace"

    1. In questo momento ognuno deve mettere quello che ha e quello che può. Gli operatori sanitari stanno facendo tantissimo!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.