Basso rischio di diffusione di COVID-19 tra le lacrime

This shows the virus with eyes

Mentre i ricercatori sono certi che il coronavirus si diffonde attraverso il muco e le goccioline espulse tossendo o starnutendo, non è chiaro se il virus si diffonda attraverso altri fluidi corporei, come le lacrime. Lo studio appena pubblicato offre la prova che è improbabile che i pazienti infetti stiano versando virus attraverso le loro lacrime, con un avvertimento importante. Nessuno dei pazienti nello studio aveva congiuntivite, noto anche come “pink eye”. Tuttavia, i funzionari sanitari ritengono che la congiuntivite si sviluppi solo dall’1% al 3% delle persone con coronavirus. Gli autori dello studio concludono che i loro risultati, associati alla bassa incidenza della congiuntivite tra i pazienti infetti, suggeriscono che il rischio di trasmissione del virus attraverso le lacrime è basso. Per condurre lo studio, pubblicato su Ophthalmology, i ricercatori del National University Hospital di Singapore hanno raccolto campioni di lacrime da 17 pazienti con COVID-19 dal momento in cui hanno mostrato i sintomi fino a quando non si sono ripresi circa 20 giorni dopo. Né la cultura virale né la reazione a catena della polimerasi a trascrizione inversa (RT-PCR) hanno rilevato il virus nelle loro lacrime durante il corso di due settimane della malattia. Il team ha anche prelevato campioni dalla parte posteriore del naso e della gola durante lo stesso periodo di tempo. Mentre le lacrime dei pazienti erano prive di virus, il loro naso e la gola brulicavano di COVID-19. Il team ha detto che spera che il loro lavoro aiuti a guidare ulteriori ricerche sulla prevenzione della trasmissione del virus attraverso percorsi più significativi, come goccioline e diffusione fecale-orale. Nonostante queste notizie rassicuranti, è importante che le persone comprendano che proteggere i propri occhi, così come le mani e la bocca, può rallentare la diffusione di virus respiratori come il coronavirus.
Ecco perché:
-Quando una persona malata tossisce o parla, le particelle di virus possono spruzzare liquidi dalla bocca o dal naso sul viso di un’altra persona. È molto probabile che inali queste goccioline attraverso la bocca o il naso, ma possono anche entrare attraverso gli occhi.
-Puoi anche essere infettato toccando qualcosa che ha il virus su di esso – come un tavolo o una maniglia della porta – e quindi toccando i tuoi occhi.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Assessing Viral Shedding and Infectivity of Tears in Coronavirus Disease 2019 (COVID-19) Patients”. Ivan Seah et al. Ophthalmology

Immagine: The image is in the public domain.

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. I was wondering about tears. Thank you for sharing Daniele.
    Stay safe.

    Piace a 1 persona

    1. Thanks a lot! ☺️Stay safe you, too🙏💕

      Piace a 1 persona

      1. il piacere è tutto mio. grazie.

        "Mi piace"

  2. fulvialuna1 ha detto:

    Interessante e incredibile allo stesso tempo.

    "Mi piace"

    1. Grazie, buona serata! ☺️

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.