Tre modi in cui il coronavirus può cambiare in modo permanente le nostre vite

.

Per appiattire la curva dell’epidemia di COVID-19, misure radicali di distanziamento sociale sono attualmente in fase di attuazione in un numero crescente di paesi. Le persone sono invitate – o costrette – a isolarsi a casa. In molti paesi, le scuole sono chiuse. Lo stesso vale per teatri, bar e cinema. Si sconsiglia il viaggio sia per piacere che per lavoro. I confini si stanno chiudendo. La maggior parte delle persone presume che tutte queste misure per combattere il virus saranno temporanee e che ad un certo punto – tra due, sei o forse 12 mesi – la vita tornerà alla normalità e gli affari come al solito. In una certa misura, questo può essere vero. Ma molti cambiamenti potrebbero essere permanenti. I sistemi sociali, siano essi intere economie o singole organizzazioni, sono inerti e molto difficili da cambiare. Nel tempo, le aziende si sviluppano in strutture complesse e burocratiche, con così tante routine radicate che sono quasi impossibili da cambiare. Anche le economie seguono una traiettoria ampiamente dipendente dal percorso . Ciò significa che di solito resistono al cambiamento radicale e seguono invece un percorso che il più delle volte è innescato da un piccolo evento o incidente storico. Anche se al candidato alla presidenza democratica, Bernie Sanders, e ai suoi sostenitori piacerebbe vederlo, gli Stati Uniti non diventeranno mai la Danimarca. Ma in tempi di crisi fondamentale, si apre una finestra di opportunità per il cambiamento. A volte, questa finestra di opportunità viene volutamente sfruttata per cambiare il corso dell’azione. Ad esempio, sulla scia del disastro di Fukushima nel 2011, il cancelliere Angela Merkel decise che la Germania avrebbe interrotto la sua dipendenza dall’energia nucleare. In altri casi, il cambiamento rivoluzionario avviene quasi per caso, come nel caso della caduta del muro di Berlino. La ricerca nelle scienze sociali ha a lungo fatto l’osservazione che il cambiamento sociopolitico si verifica spesso in contesti improvvisi: un sistema sociale rimane stabile per un lungo periodo di tempo, fino a quando uno shock esterno lo interrompe e mette in moto una nuova traiettoria. Il coronavirus può benissimo essere un tale shock esterno, fondamentalmente rimodellando alcune aree di come viviamo la nostra vita. Piuttosto che semplicemente rimbalzare indietro e ritornare allo stato pre-coronavirus, alcuni cambiamenti possono essere permanenti. In tre aree della nostra vita economica, i cambiamenti causati dal coronavirus possono rivelarsi molto più duraturi di quanto attualmente previsto.

  1. Viaggi d’affari
    I viaggi di lavoro sono spesso considerati fondamentali per il successo di intere organizzazioni e l’efficacia della loro gestione. È certamente vero che gli incontri faccia a faccia aiutano a costruire relazioni e fiducia, che è spesso cruciale per il successo di un progetto. Ma ora che le aziende e altre organizzazioni sono costrette a ridurre radicalmente o fermare i viaggi di lavoro, possono rendersi conto che dopo tutto non è così essenziale. Ora che i dipendenti devono fare affidamento sulle chiamate Skype o Zoom, anziché volare in giro per il mondo per incontrarsi di persona, possono rendersi conto che la videoconferenza è una buona alternativa: una più flessibile, adatta alle famiglie e più sostenibile per l’ambiente. I datori di lavoro intanto vedranno la possibilità di una drastica riduzione dei costi. Quindi, in futuro, potremmo vedere livelli significativamente più bassi di viaggi d’affari.
  2. Lavorare in remoto
    Gli accordi di lavoro flessibile sono sempre più diffusi. Ma il lavoro prolungato da casa è considerato negativo per gli individui , perché tendono a lavorare più ore. Ha anche aspetti negativi per le organizzazioni, perché aumenta i costi di coordinamento e si perdono i vantaggi critici dell’essere fisicamente presenti, come la costruzione di relazioni e lo spirito di squadra. Per questi motivi, ci sono segni che il classico spazio fisico dell’ufficio ha recentemente visto una sorta di rinascita: alcuni pionieri del lavoro a distanza hanno richiamato i loro lavoratori in ufficio. Ma ora che lavorare in remoto è una necessità, sia i datori di lavoro che i dipendenti dovranno costruire competenze e capire come farlo in modo efficace. Gli individui saranno costretti a costruire nuove routine e le organizzazioni dovranno trovare modi per creare spazi online affinché i colleghi possano interagire al di fuori delle riunioni formali. Buoni rapporti sul posto di lavoro sono fondamentali per l’innovazione e la resilienza di un’organizzazione. Resta da vedere l’alternativa virtuale alla macchinetta del caffè, un luogo in cui i colleghi si incontrano, spettegolano e innovano. Il coronavirus può costringerci collettivamente a diventare più bravi a lavorare in remoto, il che potrebbe quindi rivelarsi una valida alternativa al lavoro negli uffici del centro.
  3. Interruzione del settore
    Molte industrie stavano già subendo gravi interruzioni prima che il coronavirus colpisse. Le misure adottate per combattere il coronavirus accelereranno questi cambiamenti sismici. I servizi di streaming, ad esempio, minacciano il modello di business della creazione e distribuzione di contenuti consolidati e Amazon sta diventando un super-distruttore dominante di un’ampia varietà di settori. “L’economia domestica” richiesta dal coronavirus accelera drasticamente il passaggio dal vecchio al nuovo, rendendo ancora più importanti le questioni di concentrazione del mercato e l’eventuale necessità di regolamentazione. Il cambiamento verrà dal lato della domanda e dell’offerta. Un numero crescente di persone inizierà a utilizzare questi servizi, comincerà a gradirli e diventare cliente fedele. E anche il lato dell’offerta cambierà. Gli operatori storici saranno indeboliti e potrebbero persino non funzionare più, e i disgregatori continueranno a investire da una posizione rafforzata. In altri campi il cambiamento sarà ugualmente drammatico e forse per sempre. Ad esempio, l’istruzione superiore è stata lenta nell’entrare nello spazio di insegnamento online, ma ora che il settore è costretto a consegnare moduli online, è improbabile che le università tornino completamente allo status quo precedente. Esistono enormi opportunità offerte dall’istruzione online, in termini di nuovi mercati per gli studenti e di offerta più economica grazie alle economie di scala. Il cambiamento avviene a raffica e il coronavirus può costituire uno shock esterno critico che trasforma parti della nostra vita. Mentre pensiamo che le attuali modifiche alla nostra vita siano temporanee, potrebbero anche essere permanenti.

Daniele Corbo

Bibliografia: https://theconversation.com/uk

Immagine: western motel (Edward Hopper)

11 commenti Aggiungi il tuo

  1. zoon ha detto:

    è una descrizione dei presentimenti molto efficace, a mio avviso. mi trovi davvero d’accordo sull’analisi… è un po’ come il libro de cambiamenti, gli I Ching cinesi, in cui l’incastro del reale ha mille sfaccettature, mai interconnesse allo stesso modo tra loro.

    Piace a 1 persona

    1. È un piccolo ventaglio delle prospettive, ma ce ne saranno altre secondo me

      Piace a 1 persona

  2. Le perle di R. ha detto:

    Credo anch’io che qualcosa cambierà in doversi settori ma, mi auguro che ci sarà anche qualcosa di positivo.

    "Mi piace"

    1. Dipenderà da noi trasformare tutto questo in un’opportunità

      Piace a 1 persona

  3. Marfan's Poetry ha detto:

    L’ha ripubblicato su I PENSIERI E LE POESIEe ha commentato:
    Un ottimo spunto di riflessione su ciò che potrebbe succedere nei rapporti sociali una volta terminata l’emergenza coronavirus, ma non vorrei mai che una volta terminata si ritornasse alla vita di prima convinti che la guerra è vinta, in realtà avremo vinto solo una battaglia!

    Piace a 1 persona

    1. Non credo che potremo far finta che sia stato solo un brutto incubo, le nostre vite dovranno cambiare! Grazie

      Piace a 1 persona

  4. QueridaJ ha detto:

    I used google translate to read your work because my Italian is only tourist level… And I’m so that I did! You have astutely outlined the changes that may become permanent… And yes with forced change comes innovation and finding smoother, better facilitation of processes. After all Necessità è madre dell’invenzione!

    "Mi piace"

    1. Thanks a lot. I think that we must transform this crisis into opportunity to change our lives. The humanity, in his history, has found new energy and ideas in the worst periods. And yes “Mater artium necessitas”

      Piace a 1 persona

      1. QueridaJ ha detto:

        May I share this in my blog? I will obviously credit your comment and include a link to your site.

        "Mi piace"

      2. Of course, you can if you want! Thanks, stay safe

        "Mi piace"

      3. QueridaJ ha detto:

        Ok Grazie & done

        Piace a 1 persona

Rispondi a Le perle di R. Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.