Inibire l’enzima DPP4 può aiutare a curare il coronavirus?

Ricercatori e clinici si stanno battendo per trovare il modo di combattere il COVID-19, compresi i nuovi farmaci e infine un vaccino. In un commento pubblicato sulla rivista Diabetes Research and Clinical Practice, i ricercatori della Miller School of Medicine suggeriscono che l’enzima DPP4 presenta un obiettivo interessante per ulteriori ricerche, e gli inibitori di DPP4 potrebbero aiutare alcuni pazienti COVID- 19. I ricercatori hanno compreso un potenziale meccanismo di come il virus entra nel corpo. E potenzialmente hanno un modo per inibire parzialmente quel meccanismo. Si dovrebbero prendere in considerazione studi clinici per DPP4 per pazienti con COVID-19 lieve o moderato con diabete di tipo 2. DPP4 si trova in tutto il corpo, ma la sua attività è compresa solo parzialmente. L’enzima svolge ruoli significativi nelle risposte infiammatorie e nella regolazione dell’insulina. Gli inibitori della DPP4 aumentano la secrezione di insulina e GLP-1 e sono comunemente prescritti per le persone che soffrono di diabete di tipo 2. Nell’attuale crisi, i pazienti con diabete di tipo 2 hanno un rischio molto più elevato. I dati provenienti da Wuhan e dall’Italia hanno dimostrato di avere una mortalità più elevata e tassi di ricovero in terapia intensiva più elevati. Basandosi su ricerche precedenti condotte su coronavirus precedenti e su un recente documento che dimostra l’interazione DPP4 con COVID-19, i ricercatori ritiene che l’enzima possa svolgere un ruolo significativo in questi esiti interferendo con la risposta immunitaria. Il corpo sta reagendo in modo esagerato con questa risposta infiammatoria al virus. Questo potrebbe essere parzialmente mediato da DPP4. Il virus si lega all’enzima e l’attività enzimatica della DPP4 sovraesprime le citochine infiammatorie, esagerando la risposta infiammatoria. Precedenti studi, su SARS e MERS, hanno dimostrato che, se si bloccava l’attività di DPP4, si era verificata una riduzione della risposta infiammatoria. Ciò potrebbe migliorare la risposta immunitaria al virus. I medici avranno bisogno di più dati prima di utilizzare gli inibitori della DPP4 per curare i pazienti con COVID-19. Tuttavia le prime prove hanno dimostrato che questi farmaci riducono l’infiammazione. Il potenziale ruolo dell’enzima in un regime terapeutico COVID-19 merita sicuramente ulteriori studi. A partire dai pazienti diabetici, si dovrebbero condurre studi randomizzati per verificare se il trattamento di quelli con sintomi lievi o moderati migliora gli esiti. Questi farmaci sono ben tollerati e possono fornire benefici terapeutici.

Daniele Corbo

Bibliografia: “COVID-19 and diabetes: Can DPP4 inhibition play a role?”. by Gianluca Iacobellis. Diabetes Research and Clinical Practice

Immagine: The image is credited to Dr. Gianluca Iacobellis.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Una nuova speranza.

    "Mi piace"

Rispondi a Le perle di R. Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.