Il perché della maggiore suscettibilità alla depressione nelle donne

Depression Painting by Murat Tiryakioglu

I ricercatori del Mount Sinai hanno scoperto che una nuova classe di geni noti come RNA lunghi non codificanti (lncRNA) espressi nel cervello può svolgere un ruolo fondamentale nella regolazione dell’umore e nel guidare la sensibilità specifica del sesso rispetto alla resistenza alla depressione. In uno studio pubblicato online, sulla rivista Neuron il 17 aprile, il team ha evidenziato un gene specifico, LINC00473, che è sottoregolato nella corteccia cerebrale delle sole donne, facendo luce sul perché la depressione colpisce le donne il doppio degli uomini. Lo studio fornisce prove di un’importante nuova famiglia di obiettivi molecolari che potrebbe aiutare gli scienziati a comprendere meglio i complessi meccanismi che portano alla depressione, in particolare nelle donne. Questi risultati sulle basi biologiche della depressione potrebbero promuovere lo sviluppo di farmacoterapie più efficaci per affrontare una malattia che è la principale causa di disabilità in tutto il mondo. Ricerche precedenti hanno dimostrato che circa il 35 percento del rischio di depressione in entrambi i sessi può essere ricondotto a fattori genetici e il resto a fattori ambientali, principalmente l’esposizione allo stress. Gli RNA lunghi non codificanti rientrano in una terza categoria: fattori epigenetici, che sono processi biologici che portano a cambiamenti nell’espressione genica non causati da cambiamenti nei geni stessi. Mentre la ricerca incentrata sul ruolo degli lncRNA nell’umore e nella depressione è agli inizi, il Mount Sinai ha spinto i confini della scienza mostrando la solida regolamentazione di questa classe di molecole legate alla depressione in una regione del cervello e in modo specifico per il sesso. Il loro lavoro suggerisce che il complesso cervello dei primati utilizza in particolare gli lncRNA per facilitare la regolazione delle funzioni cerebrali superiori, incluso l’umore e che il malfunzionamento di questi processi può contribuire a patologie come la depressione e l’ansia in un modo specifico per il sesso. I ricercatori hanno scoperto, ad esempio, che il gene LINC00473 è un driver specifico per la donna della capacità di resistenza allo stress che è compromessa nella depressione femminile. Hanno anche capito che è un regolatore chiave dell’umore nelle femmine, in cui agisce sulla corteccia prefrontale del cervello regolando l’espressione genica, la neurofisiologia e il comportamento. Per valutare il contributo degli lncRNA alla depressione, il team del Mount Sinai ha esaminato migliaia di molecole candidate e l’utilizzo di bioinformatica avanzata ha ridotto il campo a LINC00473. Attraverso il trasferimento genico virale mediato, i ricercatori hanno espresso LINC00473 nei neuroni di topo adulti e hanno dimostrato che induceva resistenza allo stress esclusivamente nei topi femmine. Hanno scoperto che questo fenotipo specifico del sesso era accompagnato da cambiamenti selettivi nella funzione sinaptica e nell’espressione genica nei topi femmine. Quella scoperta, insieme agli studi sulle cellule umane simili a neuroni in coltura, ha portato alla selezione di LINC00473 come candidato principale. Altri geni considerati candidati forti sono allo studio attivamente. Questo studio apre la finestra a una classe completamente nuova di obiettivi molecolari che potrebbero aiutare a spiegare i meccanismi che regolano la suscettibilità alla depressione e la resilienza, in particolare nelle femmine. Lunghi RNA non codificanti potrebbero guidarci verso modi migliori e più efficaci per trattare la depressione e, altrettanto importante, per diagnosticare questa condizione debilitante. Rimane ancora molto lavoro, ma hanno fornito una tabella di marcia molto promettente da seguire per andare avanti.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Sex-Specific Role for the Long Non-coding RNA LINC00473 in Depression”. by Dr. Issler et al. Neuron

Immagine: Depression (Murat Tiryakioglu)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.