Nuove scoperte sul mistero della gravidanza umana

African Pregnancy 2 Painting by Anne Schlachter

Secondo i biologi dell’Università di Buffalo, da una prospettiva evolutiva, la gravidanza umana è piuttosto strana. Ad esempio, non sappiamo perché le donne umane vadano in travaglio. La gravidanza umana tende a durare più a lungo della gravidanza in altri mammiferi messo in relazione a fattori come le dimensioni del corpo. Inoltre anche la gravidanza e il travaglio umani sono molto più pericolosi. Con queste stranezze in mente, i ricercatori hanno iniziato a studiare l’evoluzione di un gene che aiuta le donne a rimanere incinta: il gene del recettore del progesterone. Ricerche precedenti hanno dimostrato che il gene del recettore del progesterone ha subito una rapida evoluzione nell’uomo e alcuni scienziati hanno suggerito che questi rapidi cambiamenti si sono verificati perché hanno migliorato la funzione del gene. Questa si chiama selezione positiva. Ma lo studio pubblicato online il 17 aprile sulla rivista PLOS Genetics, trae una conclusione diversa. La loro ricerca rileva che mentre il gene del recettore del progesterone si è evoluto rapidamente nell’uomo, non ci sono prove a sostegno dell’idea che ciò sia accaduto perché quei cambiamenti erano vantaggiosi. In effetti, la forza evolutiva della selezione era così debole che il gene ha accumulato molte mutazioni dannose mentre si evolveva nell’uomo. I risultati provengono da un’analisi del DNA di 115 specie di mammiferi. Questi includevano una varietà di primati, che vanno da esseri umani moderni e neanderthal estinti a scimmie, lemuri e loris, insieme a specie di mammiferi non primati come elefanti, panda, leopardi, ippopotami, aardvark, lamantini e trichechi. Si aspettavano qualcosa di molto diverso. Hanno pensato che il gene del recettore del progesterone si sarebbe evoluto per rispondere meglio al progesterone, per essere “più bravo” a sopprimere l’infiammazione o le contrazioni per farci rimanere incinta più a lungo. Sembra che sia il contrario: nella gravidanza umana, c’è solo un’incredibile quantità di progesterone in giro, eppure il gene è “meno bravo” a fare il suo lavoro. Non sappiamo se questo potrebbe predisporci a cose come la nascita pretermine, che non è così comune in altri animali. La gravidanza è un evento così quotidiano – nessuno di noi sarebbe qui senza di essa – eppure, molti aspetti di questo processo rimangono sconcertanti. Questo studio si è concentrato su un ingrediente essenziale, la segnalazione del progesterone attraverso i recettori del progesterone, e questi risultati aggiungono un altro passo verso una comprensione più profonda delle specificità della gravidanza umana. Il gene del recettore del progesterone è cruciale per la gravidanza perché fornisce alle cellule istruzioni su come creare minuscole strutture chiamate recettori del progesterone. Durante la gravidanza umana, questi recettori rilevano la presenza di progesterone, un ormone antinfiammatorio che le donne in gravidanza e la placenta producono in vari punti nel tempo. Quando è presente il progesterone, i recettori entrano in azione, innescando processi che aiutano a mantenere in parte le donne in gravidanza prevenendo la contrazione dell’utero, riducendo l’infiammazione uterina e sopprimendo la risposta immunitaria materna al feto. L’evoluzione ha cambiato la funzione dei recettori del progesterone nell’uomo. Oltre a esplorare la storia evolutiva del gene del recettore del progesterone, i ricercatori hanno condotto esperimenti per testare se le mutazioni nella versione umana del gene ne hanno alterato la funzione. La risposta è si. Come hanno scritto gli scienziati nel loro articolo, hanno resuscitato forme ancestrali del recettore del progesterone e testato la loro capacità di regolare un gene bersaglio. Hanno scoperto che i recettori del progesterone umano sono cambiati nella funzione, suggerendo che le azioni regolate dal progesterone possono anche essere diverse negli esseri umani. I risultati suggeriscono cautela nel tentativo di applicare i risultati di modelli animali alla biologia del progesterone nell’uomo.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Relaxed constraint and functional divergence of the progesterone receptor (PGR) in the human stem-lineage”. by Mirna Marinić,Vincent J. Lynch. PLOS Genetics

Immagine: African Pregnancy 2 (Anne Schlachter)

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. janettelart ha detto:

    Pardon, il corpo di una femmina animale è uguale a quello di una donna? Le contrazioni sono necessarie, per far uscire il bambino, possono essere rese meno dolorose, ma francamente un corpo come gli animali, no, grazie.🙄Comunque tra gli animali, l’ippocampo maschio, il cosiddetto Cavalluccio marino, ha le contrazioni😉

    "Mi piace"

    1. Diciamo che il quesito dei ricercatori era più filosofico, nel senso che è controintuitivo e anomalo il fatto che la gravidanza umana abbia degli aspetti “poco convenienti”. Assolutamente il corpo di donna è unico!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.