La falsa memoria aiuta gli egoisti a mantenere una buona immagine di sé

Selfish Photography by Nicola Ennis |

Quando le persone si comportano in modo egoistico, hanno un alleato affidabile per mantenere ben definita la propria immagine di sé: la propria memoria. Quando è stato chiesto di ricordare quanto fossero generosi in passato, le persone egoiste tendono a ricordare di essere più benevole di quanto non fossero in realtà, secondo una serie di esperimenti condotti da psicologi ed economisti di Yale, pubblicati il ​​29 aprile sulla rivista Nature Communications. Quando le persone si comportano in modo inadeguato rispetto ai loro standard personali, un modo in cui mantengono la propria immagine morale di sé è quello di ricordare male i loro cali etici. Gli psicologi sono stati a lungo interessati a come le persone bilanciano il loro interesse personale con il loro desiderio di essere visti come morali. Per giustificare comportamenti egoistici a se stessi e agli altri, le persone si impegnano in un processo chiamato ragionamento motivato – ad esempio, quando lasciano una mancia avara, ci si potrebbe convincere che il loro cameriere non meritava più. Ma un team di ricercatori di Yale voleva esplorare se i ricordi delle persone sui loro comportamenti li aiutassero a preservare la propria immagine morale di se stessi, forse addirittura negando la necessità di utilizzare ragionamenti motivati. Invece di convincersi che il loro cameriere non meritasse una mancia migliore, ad esempio, il cliente potrebbe ricordare la mancia più generosa di quanto non fosse realmente. Nel loro primo esperimento di laboratorio, condotto presso l’Università di Zurigo condotto con degli economisti, i ricercatori hanno presentato ai soggetti una somma di denaro e hanno chiesto loro di decidere quanto tenere e quanto dare agli estranei anonimi. Dopo aver risposto ad alcune domande del sondaggio, ai partecipanti è stato chiesto di ricordare quanto avevano dato agli estranei anonimi. Fondamentalmente, i partecipanti hanno ricevuto denaro bonus se hanno ricordato accuratamente le loro decisioni. Anche con un incentivo finanziario, i soggetti più difficili tendevano a ricordare di aver dato più soldi di quanto non avessero fatto realmente. In un’altra coppia di esperimenti condotti in laboratorio e online, i ricercatori hanno chiesto ai soggetti cosa pensavano fosse un’equa distribuzione di denaro prima di chiedere loro di dividere il “piatto”. I ricercatori hanno scoperto che solo quei soggetti che avevano dato meno di quello che consideravano personalmente equi ricordavano di essere più generosi di quanto non fossero in realtà. Un’ultima coppia di studi online ha mostrato che i soggetti non ricordavano la loro avidità solo quando si sentivano personalmente responsabili delle loro decisioni. Quando i partecipanti sono stati esplicitamente incaricati dagli sperimentatori di fornire importi inferiori e quindi non si sono sentiti in alcun modo responsabili delle loro azioni, hanno ricordato con precisione il loro comportamento nel dare. Molte persone si sforzano di comportarsi eticamente, ma a volte le persone non riescono a sostenere i propri ideali. In tali casi, il desiderio di preservare un’immagine di sé morale può essere una forza potente e non solo motivarci a razionalizzare le nostre azioni non etiche, ma anche “rivedere” tali azioni nella nostra memoria. C’è da dire che, poiché gli esperimenti sono stati condotti in Svizzera e negli Stati Uniti, non è ancora chiaro se i risultati si generalizzeranno tra culture diverse. Ha anche sottolineato che questa tendenza al richiamo difettoso si applicava solo all’egoismo. La maggior parte delle persone si è comportata generosamente verso i loro sconosciuti anonimi e ha ricordato il proprio comportamento con precisione.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Motivated misremembering of selfish decisions”. by Ryan W. Carlson, Michel André Maréchal, Bastiaan Oud, Ernst Fehr & Molly J. Crockett. Nature Communications

Immagine: Selfish (Nicola Ennis)

10 commenti Aggiungi il tuo

  1. janettelart ha detto:

    Esiste è vero un’immagine di noi e ognuno in base alla propria cultura interpreta diversamente. Nel campo morale bisogna avere una chiara distinzione tra bene e male secondo valori universali, altrimenti si giustifica troppo facilmente, cadendo nel relativismo. Grazie per le riflessioni👍

    Piace a 1 persona

    1. Grazie a te per il commento stimolante! ☺️

      "Mi piace"

  2. silviadeangelis40d ha detto:

    Un articolo originale e molto interessante, che condivido sul mio profilo facebook.
    Buon fine settimana e un sorriso, silvia

    Piace a 1 persona

    1. Grazie, si è un articolo stimolante. Buon fine settimana, un abbraccio

      "Mi piace"

      1. silviadeangelis40d ha detto:

        Giorni sereni anche per te!

        "Mi piace"

  3. antoniapes ha detto:

    Questo lo sapevo nel senso che avevo letto, tempo fa, i risultati di una ricerca simile. Purtroppo la falsa memoria non aiuta solo gli egoisti ma anche la gente cattiva, per non usare un altro termine 😉

    "Mi piace"

    1. Laddove la verità è distorta si insinua la possibilità di giustificare azioni che moralmente facciamo fatica ad accettare. Nella menzogna ci perdono tutti, secondo me…

      "Mi piace"

  4. Laura Parise ha detto:

    Ho sempre pensato che l’egoista tende ad avere di sè anche una visione superlativa della propria persona. Come tende ad enfatizzare quel poco che fà (odà) volendo far credere di essere stato la persona più altruista e generosa del mondo, quando invece ogni suo atto è volto esclusivamente ad un personale e piuttosto cospicuo tornaconto.

    "Mi piace"

    1. Esatto, il concetto è proprio quello.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.