Come funziona l’apprendimento dalle esperienze negative

I neurobiologi della KU di Leuven hanno scoperto come la molecola di segnalazione Neuromedin U svolga un ruolo cruciale nel nostro processo di apprendimento. La proteina consente al cervello di ricordare ricordi negativi e, come tale, imparare dal passato. I risultati del loro studio sui nematodi sono stati pubblicati sulla rivista Nature Communications. Se un certo tipo di cibo o bevanda ti ha fatto ammalare in passato, lo eviterai in occasioni future. Allo stesso modo, eviterai una situazione scomoda che ti rendeva ansioso prima. Questo processo di apprendimento, che si basa su ricordi spiacevoli o negativi, è estremamente importante. Ha affascinato i ricercatori per anni, ma le basi molecolari rimangono incomplete. Un nuovo studio condotto dalla Divisione di Fisiologia degli animali e neurobiologia della KU di Leuven ora getta nuova luce sulla questione. I ricercatori hanno studiato il nematode C. elegans e hanno scoperto che la proteina Neuromedin U svolge un ruolo chiave nel ricordare i ricordi negativi. Agisce come una molecola di segnalazione che consente ai neuroni di comunicare tra loro. La comunicazione tra cellule cerebrali è sorprendentemente simile tra vermi e umani. Mentre i vermi di C. elegans hanno solo circa 300 neuroni, il loro cervello produce molte molecole di segnalazione simili a quelle del cervello umano. Quindi, studiando C. elegans possiamo anche imparare di più sul cervello umano. Inoltre, il team è in grado di imparare dalle esperienze passate. I vermi sono intrinsecamente attratti dal sale perché lo associano alla presenza di cibo. Tuttavia, se entrano in contatto con il sale quando non è presente cibo, ciò si traduce in un’associazione negativa. In altre parole, il verme preferirà evitare il sale. L’inattivazione del gene responsabile di Neuromedin U modifica il comportamento dei vermi. Hanno scoperto che la proteina svolge un ruolo molto specifico nel processo di apprendimento: assicura che il verme sia in grado di imparare dalle esperienze passate. Se il verme incontra un ambiente salato senza cibo, eviterà il sale in occasioni future. Tuttavia, se si blocca temporaneamente Neuromedin U, il verme dimentica questa prima esperienza e verrà nuovamente attratto dal sale. Ciò significa che la proteina non aiuta a creare l’associazione, ma aiuta a ricordarla. È chiaro che la molecola di segnalazione Neuromedin U svolge un ruolo cruciale nell’apprendimento e nella memoria, e più specificamente nel recupero di memorie negative. Questo ci porta a sospettare che anche altre molecole simili, i cosiddetti neuropeptidi, svolgano queste funzioni specifiche. Le loro scoperte sui vermi sono un buon punto di partenza per ulteriori ricerche sulle funzioni cognitive di altri animali. Sappiamo che Neuromedin U si trova anche in molti altri organismi e nel cervello umano. Una buona conoscenza di questi meccanismi di base è, quindi, cruciale per comprendere meglio i processi complessi nel cervello umano.

Daniele Corbo

Bibliografia: Neuromedin U signaling regulates retrieval of learned salt avoidance in a C. elegans gustatory circuit”. by Jan Watteyne, Katleen Peymen, Petrus Van der Auwera, Charline Borghgraef, Elke Vandewyer, Sara Van Damme, Iene Rutten, Jeroen Lammertyn, Rob Jelier, Liliane Schoofs & Isabel Beets. Nature Communications

Immagine: The image is in the public domain

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. antoniapes ha detto:

    Articolo interessante. Grazie.

    "Mi piace"

    1. Grazie a te! Buona serata

      "Mi piace"

  2. Le perle di R. ha detto:

    Potrebbe essere utile anche per dimenticare eventi traumatici?

    "Mi piace"

    1. No, quelle sono altre reti. Buona settimana Rita

      Piace a 1 persona

      1. Le perle di R. ha detto:

        Grazie. Buona settimana anche a te 😊

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.