La medicina riduce il rischio di recidiva dei pedofili

Un farmaco che abbassa i livelli dell’ormone maschile testosterone nel corpo riduce il rischio di uomini con disturbo pedofilo che abusano sessualmente di bambini, secondo uno studio del Karolinska Institutet appena pubblicato sulla rivista JAMA Psychiatry. Circa una ragazza su dieci e un ragazzo su venti subiscono abusi sessuali, principalmente per mano di uomini con disturbo pedofilo. Nonostante le forze dell’ordine, le iniziative tecniche e politiche, il tasso di abusi sessuali su minori continua ad aumentare, soprattutto quelli commessi online. Vi è quindi una necessità urgente di trattamenti efficaci e scientificamente provati per le persone a rischio di commettere reati sessuali. I ricercatori del Karolinska Institutet e dell’Università di Göteborg in Svezia hanno ora valutato l’effetto di un farmaco chiamato degarelix, approvato per il trattamento del carcinoma della prostata. Il farmaco agisce disattivando la produzione di testosterone, riducendo nel giro di poche ore i livelli dell’ormone nel corpo e viene somministrato per iniezione ogni tre mesi. Lo studio in doppio cieco ha incluso 52 uomini con disturbo pedofilo in Svezia, che sono stati assegnati in modo casuale a un gruppo degarelix o placebo. Il trattamento con Degarelix ha dimostrato di attenuare due fattori di rischio critici per commettere abusi: elevato desiderio sessuale e attrazione sessuale per i bambini. Gli effetti sono stati evidenti entro due settimane. È importante essere in grado di offrire un trattamento ad azione relativamente rapida e le esperienze del farmaco da parte dei pazienti sono state complessivamente positive. Soprattutto, gli uomini hanno descritto effetti positivi sulla loro sessualità. Molti hanno riferito di aver sentito una calma interiore, che i pensieri sul sesso non erano più dominanti e che hanno perso il loro interesse sessuale nei confronti dei bambini. Una maggioranza voleva continuare il trattamento dopo la fine dello studio. Questo studio è un passo importante verso un trattamento basato sull’evidenza per il disturbo pedofilo. Ora stanno programmando un nuovo studio per valutare gli effetti a lungo termine del farmaco e confrontarli con la psicoterapia. Tutta la partecipazione è stata volontaria e gli uomini sono stati reclutati tramite Preventell, un servizio di assistenza nazionale avviato da ANOVA, una clinica di andrologia, medicina sessuale e transmedicina presso l’ospedale universitario Karolinska in Svezia. La linea di assistenza è stata istituita per prevenire abusi e violenze sessuali da parte di persone che inseguono rapidamente la sessualità pericolosa o indesiderata e offrire trattamenti specializzati. Mentre alcuni dei partecipanti al gruppo degarelix hanno sviluppato vampate di calore e reazioni nel sito di iniezione, le conclusioni su eventuali effetti collaterali mentali erano difficili da trarre poiché molti dei partecipanti erano già in uno stato depressivo anche prima dell’inizio dello studio. Vedi l’articolo scientifico per un elenco completo degli effetti e delle reazioni avverse.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Effect of Gonadotropin-Releasing Hormone Antagonist on Risk of Committing Child Sexual Abuse in Men With Pedophilic Disorder: A Randomized Clinical Trial”. by Valdemar Landgren, Kinda Malki, Matteo Bottai, Stefan Arver, Christoffer Rahm. JAMA Psychiatry

Immagine: The image is in the public domain

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Speriamo possa rivelarsi una efficace scoperta.

    Piace a 1 persona

    1. Sarebbe una scoperta importantissima!

      Piace a 2 people

  2. clodoweg ha detto:

    La pedofilia non può essere “trattata” perché non è una malattia.
    È la particolare costruzione di una personalità la cui rotazione erotica.
    Degarelix non è una droga, ma solo una castrazione chimica.
    Temo che non possiamo fare di meglio.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.