Malattia cronica nell’infanzia legata a tassi più elevati di malattia mentale

I bambini con condizioni di malattia a lungo termine potrebbero avere maggiori probabilità di soffrire di malattie mentali nella prima adolescenza rispetto ai bambini sani, secondo una nuova ricerca della Queen Mary University di Londra. Nello studio, pubblicato su Development and Psychopathology, i bambini che hanno riferito di avere problemi di salute cronici hanno mostrato tassi più elevati di malattia mentale a 10 anni e questi problemi di salute hanno continuato ad essere associati a una cattiva salute mentale all’età di 13 e 15 anni. Per realizzare lo studio, i ricercatori hanno esaminato un campione di circa 7000 bambini per studiare l’insorgenza di disturbi della salute mentale, inclusi ansia o depressione e malattie croniche. La misura della malattia cronica era basata sulle madri che valutavano la salute del loro bambino a 10 e 13. Poiché le condizioni croniche sono definite come quelle che non possono essere curate ma che possono essere controllate da farmaci e altre terapie e che possono avere poca attività della malattia, questa misura includeva i bambini presentandosi con piccoli problemi di salute. I ricercatori hanno scoperto che i bambini con condizioni di salute croniche avevano circa il doppio delle probabilità a 10 e 13 anni di presentare un disturbo di salute mentale rispetto al gruppo di controllo (i bambini segnalati dalle loro madri come “sani, senza problemi”). All’età di 15 anni, i bambini con problemi di salute cronici avevano il 60% in più di probabilità di presentarsi con tali disturbi. Sebbene il legame tra condizioni di salute cronica e problemi di salute mentale durante l’infanzia sia già stato realizzato in precedenza, questo studio ne fornisce la prova più forte fino ad oggi negli ultimi anni dell’infanzia e nella prima adolescenza. Per approfondire meglio l’ipotesi, i ricercatori hanno esaminato un sottogruppo di bambini con malattie croniche: quelli a cui era stata diagnosticata l’asma. I sintomi dell’asma sono generalmente lievi e ben controllati. Tuttavia, i ricercatori hanno scoperto che i bambini asmatici hanno mostrato un modello simile, con un tasso più elevato di malattie mentali a 10, 13 e 15 anni rispetto ai bambini sani. Lo studio ha anche esaminato quali ulteriori fattori potrebbero spiegare il legame tra condizioni croniche e malattie mentali. Il campione è stato preso dallo studio Children of the 90s, che contiene anche informazioni di genitori e figli su altre questioni tra cui il funzionamento della famiglia, le amicizie, i livelli di attività dei bambini, il bullismo e l’assenteismo scolastico dalla scuola. I ricercatori hanno analizzato quali di questi potrebbero contribuire al tasso di malattie mentali tra i bambini con malattie croniche. Hanno scoperto che il bullismo e l’assenteismo scolastico legato alla salute sono emersi come i fattori aggiuntivi più significativi per i bambini con problemi di salute mentale. L’assenteismo scolastico legato alla salute è stato identificato come il fattore più coerente nel prevedere i problemi di salute mentale nel tempo. La malattia cronica interrompe la normale vita dei bambini e ciò può influire sul loro sviluppo e benessere. Anche i bambini con asma, una condizione cronica generalmente curabile e meno debilitante, avevano tassi più elevati di malattia mentale rispetto ai bambini sani nello studio. Se i bambini con patologie croniche hanno maggiori probabilità di perdere la scuola o provare bullismo, ciò può peggiorare la situazione. Tenere d’occhio la frequenza scolastica e cercare prove di bullismo tra i bambini con malattie croniche può aiutare a identificare coloro che sono maggiormente a rischio.

Daniele Corbo

Bibliografia:“Chronic illness in childhood and early adolescence: A longitudinal exploration of co-occuring mental illness”. by Dr Ann Marie Brady. Development and Psychopathology

Immagine: The image is in the public domain

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. M. Rebecca Farsi ha detto:

    verissimo e interessante come al solito.
    Aggiungo che un altro fattore predittivo dello sviluppo di psicopatologie, per bambini con malattie croniche, è costituito dalla modalità con cui il genitore reagisce alla malattia, e all’ambiente evolutivo che è capace di creare intorno al bambino.
    Un attaccamento sicuro, unito ad uno stile educativo in grado di costruire aspettative realistiche sul figlio, e soprattutto ad un contesto che tenga conto delle sue problematiche evitando stigmatizzazioni, colpevolezze o negazioni oltraniziste della malattia, sono tutti elementi che consentono al bambino di costruire un Sé strutturato e un’autostima solida, pur in presenza di problematiche. La patologia, seppure cronica, non deve mai essere vissuta come un etichettamento. In questo senso il genitore può fare molto, e proprio a tal fine sono utilissimi i parent training, strumenti grazie ai quali i genitori possono ricevere competenze informative sulla malattia del figlio e apprendere, sulla base delle stesse, lo sviluppo di strategie relazionali, educative e di gestione dello stress in grado di rendere il contesto familiare il primo fattore protettivo contro lo sviluppo di disfunzionalità emotive, anche sul lungo termine. Utile soprattutto il parent traning di gruppo.
    GRAZIE A DANIELE

    "Mi piace"

    1. Grazie cara Rebecca! I tuoi commenti meriterebbero un articolo a parte! 💕

      Piace a 1 persona

      1. M. Rebecca Farsi ha detto:

        Troppo buono, sono i tuoi articoli che ispirano spunti di riflessione!!!

        "Mi piace"

  2. QueridaJ ha detto:

    How valuable to know…an ounce of prevention is worth a pound of cure. Thank you Daniele!

    "Mi piace"

    1. Yes, prevention is very very important!!!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.