La razionalità limitata nella distorsione di probabilità

PROBABILITY Painting by Misha Cvet |

Le possibilità che un aereo di linea commerciale si schianti sono incredibilmente piccole, eppure molte persone sono a disagio nel volare. La vaccinazione per molte malattie infantili comuni non comporta quasi alcun rischio, ma i genitori continuano a preoccuparsi. La percezione umana delle probabilità – in particolare probabilità molto piccole e molto grandi – può essere notevolmente distorta e queste distorsioni possono portare a decisioni potenzialmente disastrose. Ma il motivo per cui distorciamo la probabilità non è chiaro. Sebbene la questione sia stata studiata in precedenza, non c’è consenso sulle sue cause. Un team di scienziati della New York University e della Peking University, utilizzando la ricerca sperimentale, ha ora concluso che i nostri limiti cognitivi portano a distorsioni di probabilità e conseguenti errori nel processo decisionale. I ricercatori hanno sviluppato un modello dei limiti cognitivi umani e testato le sue previsioni sperimentalmente, come riportato nell’ultimo numero della rivista Proceedings of the National Academy of Sciences. Il team ha avviato l’analisi esaminando la natura delle distorsioni come potenziale indizio per spiegare questo fenomeno. La distorsione della probabilità limita le prestazioni umane in molte attività e hanno ipotizzato che i cambiamenti osservati nella distorsione della probabilità con l’attività fossero una sorta di compensazione parziale per i limiti umani. Un maratoneta con una distorsione alla caviglia non correrà bene come avrebbe potuto fare con la caviglia intatta, ma l’andatura goffa e zoppicante che osserviamo potrebbe in effetti essere una compensazione ottimale per l’infortunio. Il passaggio chiave nel modello è la ricodifica delle probabilità che dipende dalla gamma di probabilità in un’attività. Proprio come un microscopio a ingrandimento variabile, il cervello può rappresentare un’ampia gamma di probabilità, ma non molto accuratamente, o una gamma ristretta ad alta precisione. Se, ad esempio, un’attività comporta il ragionamento sulla probabilità di varie cause di morte, ad esempio, le probabilità sono tutte molto piccole (per fortuna) e le piccole differenze sono importanti. Possiamo impostare il microscopio per darci un’alta risoluzione su una finestra limitata di probabilità molto piccole. In un altro compito potremmo accettare una minore precisione in cambio della capacità di rappresentare una gamma molto più ampia di probabilità. I ricercatori si sono proposti di testare questo modello in due esperimenti, uno in cui i soggetti prendevano decisioni economiche tipiche in condizioni di rischio (ad esempio scegliendo tra una probabilità 50:50 di $ 200 e la certezza di $ 70) e uno che coinvolgeva giudizi di frequenza relativa (la frequenza relativa dei punti bianchi e neri che appaiono sullo schermo di un computer). I due esperimenti insieme hanno sfruttato i modi fondamentali in cui usiamo probabilità e frequenza nella vita di tutti i giorni. I ricercatori hanno scoperto che il loro modello prevedeva le prestazioni umane molto meglio di qualsiasi modello precedente. Hanno scoperto che – come il maratoneta – i limiti delle persone erano costosi ma, fatte salve queste limitazioni, facciamo il meglio che possiamo. Prendere la decisione giusta non è facile per nessuno, però si può provare ad essere ancorati alla razionalità, soprattutto se riguarda decisioni importanti e critiche.

Daniele Corbo

Bibliografia: “The bounded rationality of probability distortion” by Hang Zhang, Xiangjuan Ren, and Laurence T. Maloney. PNAS.

Immagine: PROBABILITY (Misha Cvet)

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. zoon ha detto:

    a naso, da persona che non ne sa, direi che è lo stesso distorcere la realtà sui particolari infinitesimi di una situazione, come dare importanza a pochi spiccioli quando invece si potrebbe avere a che fare con grandi somme

    "Mi piace"

    1. Forse mi sono espresso male: non è una questione di grandi o piccole somme, ma di “risoluzione dello strumento”. Se si vuole allargare il campo ad maggiore ventaglio di possibilità si è pronti ad accettare errori nel calcolo delle probabilità maggiori. Invece se abbiamo poche scelte c’è bisogno di più precisione nelle probabilità.

      Piace a 1 persona

      1. zoon ha detto:

        ok, allora ho mal interpretato il fringe che suggerivi… sorry…

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.