Il paracetamolo riduce la percezione del rischio

base jump 1 Painting by John Welsh Artist | Saatchi Art

Un nuovo studio suggerisce che, mentre il paracetamolo ti aiuta ad affrontare il mal di testa, potrebbe anche renderti più disposto a correre dei rischi. I ricercatori hanno scoperto che le persone che hanno preso il paracetamolo hanno valutato attività come “bungee jumping da un ponte alto” e “parlare di un problema impopolare in una riunione di lavoro” come meno rischiose delle persone che hanno assunto un placebo. L’uso del farmaco ha anche portato le persone a correre più rischi in un esperimento in cui potevano guadagnare ricompense gonfiando un palloncino virtuale su un computer: a volte sono andati troppo oltre e il palloncino è scoppiato. L’acetaminofene sembra far provare alle persone meno emozioni negative quando considerano attività rischiose – semplicemente non si sentono così spaventate. Con quasi il 25 per cento della popolazione negli Stati Uniti che assume paracetamolo ogni settimana, una ridotta percezione del rischio e una maggiore assunzione di rischi potrebbero avere effetti importanti sulla società. Lo studio estende una serie di studi condotti presso l’Ohio State University che hanno dimostrato che il paracetamolo – l’ingrediente principale della Tachipirina o dell’antidolorifico Tylenol e di quasi 600 altri medicinali – ha effetti psicologici che la maggior parte delle persone non considera quando lo assume. Precedenti ricerche dello stesso team hanno dimostrato che il paracetamolo riduce le emozioni positive e negative, inclusi i sentimenti di ferimento, l’angoscia per la sofferenza di un altro e persino la tua stessa gioia. Nello studio, pubblicato online sulla rivista Social Cognitive and Affective Neuroscience, 189 studenti universitari sono andati in un laboratorio e hanno assunto 1.000 mg di paracetamolo (il dosaggio raccomandato per il mal di testa) o un placebo che sembrava lo stesso. Dopo aver atteso che il farmaco avesse fatto effetto, i partecipanti hanno valutato su una scala da 1 a 7 quanto pensavano fossero rischiose le varie attività. I risultati hanno mostrato che coloro che sono sotto l’influenza del paracetamolo hanno valutato attività come il bungee jumping, tornare a casa da soli di notte in una zona pericolosa della città, iniziare una nuova carriera a metà degli anni ’30 e frequentare un corso di paracadutismo come meno rischioso di quelli che hanno preso il placebo. Gli effetti del paracetamolo sull’assunzione di rischi sono stati testati anche in tre studi sperimentali separati. In questi studi, 545 studenti universitari hanno preso parte ad un’attività sviluppata nel 2002 che viene spesso utilizzata dai ricercatori per misurare il comportamento rischioso. Altri ricercatori hanno dimostrato che assumersi più rischi in questo compito prediceva comportamenti rischiosi al di fuori del laboratorio, incluso l’uso di alcol e droghe, la guida senza cintura di sicurezza e il furto. Nell’attività, i partecipanti fanno clic su un pulsante sul computer per gonfiare un palloncino sullo schermo del computer. Ogni volta che lo gonfiano ricevono denaro virtuale. Possono fermarsi in qualsiasi momento e aggiungere i soldi alla loro “banca” e passare al caso successivo. Ma c’è un rischio: mentre stai pompando il pallone, diventa sempre più grande sullo schermo del tuo computer e stai guadagnando più soldi con ogni pompata. Ma man mano che diventa più grande, devi prendere questa decisione: devo continuare a pompare e vedere se posso fare più soldi, sapendo che se scoppia perdo i soldi che avevo fatto con quel pallone? Per coloro che hanno preso il paracetamolo, la risposta è stata: continua a pompare. I risultati hanno mostrato che quelli col farmaco hanno pompato più volte rispetto a quelli col placebo e avevano scoppiato più palloncini. Se sei avverso al rischio, puoi pompare un paio di volte e poi decidere di incassare perché non vuoi che il pallone esploda e perdere i tuoi soldi. Ma per coloro che prendono il paracetamolo, quando il palloncino diventa più grande, è possibile che abbiano meno ansia e meno emozioni negative riguardo a quanto grande sta diventando il palloncino e alla possibilità che esploda. I risultati hanno una serie di implicazioni nella vita reale. Ad esempio, il paracetamolo è il trattamento raccomandato dal CDC per i sintomi iniziali di COVID-19. Forse qualcuno con lievi sintomi di COVID-19 potrebbe non pensare che sia così rischioso lasciare la propria casa e incontrare persone se stanno assumendo paracetamolo. Anche le attività quotidiane come la guida presentano alle persone decisioni costanti che implicano la percezione e la valutazione del rischio che potrebbero essere alterate dall’uso di antidolorifici. Abbiamo davvero bisogno di più ricerca sugli effetti del paracetamolo e di altri farmaci da banco sulle scelte e sui rischi che corriamo.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Effects of acetaminophen on risk taking” by Alexis Keaveney, Ellen Peters, Baldwin Way. Social Cognitive and Affective Neuroscience.

Immagine: base jump 1 (John Welsh Artist)

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Sono informazioni importantissime! Sapere che le nostre percezioni sono alterate dopo aver assunto determinati farmaci, potrebbe fare la differenza sulle nostre azioni.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.