L’eccessiva assunzione di zucchero può contribuire a comportamenti aggressivi, ADHD, disturbo bipolare?

Caffeine and Candy Painting by DC Morale'

Una nuova ricerca suggerisce che condizioni come la sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), disturbo bipolare e persino comportamenti aggressivi possono essere collegati all’assunzione di zucchero e che possono avere una base evolutiva. La ricerca, pubblicata dall’Università del Colorado Anschutz Medical Campus e pubblicata su Evolution and Human Behaviour, presenta un’ipotesi a sostegno di un ruolo del fruttosio, un componente dello zucchero e dello sciroppo di mais ad alto fruttosio, e dell’acido urico (un metabolita del fruttosio), in aumentando il rischio di questi disturbi comportamentali. Presentano le prove che il fruttosio, abbassando l’energia nelle cellule, innesca una risposta di ricerca del cibo simile a quella che si verifica nella fame. La ricerca mostra che una risposta al foraggiamento stimola l’assunzione di rischi, l’impulsività, la ricerca di novità, il rapido processo decisionale e l’aggressività per aiutare la sicurezza di avere cibo come risposta di sopravvivenza. L’eccessiva attivazione di questo processo dall’eccessiva assunzione di zucchero può causare comportamenti impulsivi che potrebbero variare dall’ADHD, al disturbo bipolare o persino all’aggressività. Sebbene il percorso del fruttosio fosse pensato per aiutare la sopravvivenza, l’assunzione di fruttosio è aumentata alle stelle nel corso dell’ultimo secolo e potrebbe essere in eccesso a causa delle elevate quantità di zucchero presenti nell’attuale dieta occidentale. Il documento esamina come un’eccessiva assunzione di fruttosio presente negli zuccheri raffinati e nello sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio possa avere un ruolo contributivo nella patogenesi dei disturbi comportamentali associati all’obesità e alla dieta occidentale. Sono raccomandati ulteriori studi per indagare il ruolo dello zucchero e dell’acido urico, soprattutto con nuovi inibitori del metabolismo del fruttosio. L’identificazione del fruttosio come fattore di rischio non nega l’importanza dei fattori genetici, familiari, fisici, emotivi e ambientali che modellano la salute mentale, però è un fattore da tenere presente.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Fructose and uric acid as drivers of a hyperactive foraging response: A clue to behavioral disorders associated with impulsivity or mania?” by Richard J. Johnson, William L. Wilson, Sondra T. Bland, Miguel A. Lanaspa. Evolution and Human Behavior

Immagine: Caffeine and Candy (DC Morale)

12 commenti Aggiungi il tuo

  1. Maria ha detto:

    Una volta lessi che anche l’assunzione di carne faccia diventare più violenti! Infatti si diceva che ai soldati per andare in guerra si desse questo, oltre al perché sazia di più.

    "Mi piace"

    1. In realtà credo che un’indole più violenta ricerchi un’alimentazione con una quota maggiore di carne (proteine animali)…

      Piace a 1 persona

      1. Maria ha detto:

        Uh… quindi sarebbe il contrario…

        "Mi piace"

      2. Maria ha detto:

        Interessante 👀

        "Mi piace"

      3. Le perle di R. ha detto:

        Esiste uno studio in merito, Daniele?

        "Mi piace"

      4. Si, dovrei cercarlo.

        "Mi piace"

      5. Le perle di R. ha detto:

        Chiaramente non ti sto chiedendo di cercarlo, volevo solo sapere se fosse una tua supposizione o uno studio esistente. Tutto qua

        "Mi piace"

      6. Potrei anche farlo, appena trovo il tempo.

        Piace a 1 persona

      7. Le perle di R. ha detto:

        Non è necessario. Grazie per il pensiero.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.