Nella pandemia le persone si rivolgono alla natura, soprattutto le donne

Nature Painting by Menna Adel |

Guardi gli uccelli sugli alberi del vicinato? Coltivi un raccolto eccezionale di zucca invernale? Desideri passeggiare in un bosco isolato? Potresti avere molto in comune con le persone secondo un nuovo studio. Le persone nello studio, che andavano da bloccate a casa a stressate in lavori essenziali, hanno riportato aumenti significativi nelle attività all’aperto durante COVID-19, specialmente tra le donne. Le attività all’aperto che hanno registrato i maggiori aumenti sono state: osservare la fauna selvatica (fino al 64%), il giardinaggio (57%), scattare foto o fare altre opere d’arte nella natura (54%), rilassarsi da soli all’aperto (58%) e, passeggiare, anche se con la mascherina (70%). Le persone hanno anche sperimentato un cambiamento nel perché apprezzano la natura. Durante la pandemia, gli intervistati hanno affermato di apprezzare in natura un maggiore senso di salute mentale e benessere (59%), esercizio (29%), apprezzamento della bellezza della natura (29%), senso di identità (23%) e spiritualità (22%) , insieme ad altri valori meno comuni. La ricerca del Vermont è uno dei primi studi pubblicati che hanno esplorato come la pandemia COVID-19 abbia influenzato il rapporto degli americani con la natura. Questi dati sono come uno scrigno del tesoro del momento della pandemia: un report di come le persone hanno pensato al loro rapporto con il resto del mondo in un momento di grande sconvolgimento. La ricerca è il primo di due studi UVM pubblicati questa settimana da PLOS ONE sulla natura e COVID-19. Non tutti hanno sperimentato più la natura allo stesso modo. Le differenze erano legate a fattori quali sesso, reddito e occupazione e se le persone vivevano in aree urbane o rurali. Le donne hanno aumentato il loro uso della natura in più modi rispetto agli uomini. Tra le sei attività naturalistiche più comuni nello studio, le donne avevano una probabilità da 1,7 (giardinaggio) a 2,9 (camminare) di aumentare il loro impegno rispetto agli uomini. Gli uomini non erano più propensi delle donne a segnalare un maggiore coinvolgimento in qualsiasi attività. Mentre lo studio fa avanzare la nostra comprensione delle differenze di genere durante COVID-19, i ricercatori hanno in programma di ispezionare ulteriormente questa scoperta. Si chiedono se le donne avessero un maggiore bisogno di alleviare lo stress durante la pandemia e sono potenzialmente più propensi degli uomini a rivolgersi alla natura per questo. Sono necessarie ulteriori ricerche, ma questa analisi preliminare suggerisce che, durante la pandemia, le donne sono più propense degli uomini a riferire una maggiore importanza dei valori che includono benessere mentale, bellezza, esercizio fisico, familiarità con il paesaggio e divertimento. Il prossimo passo è analizzare i dati qualitativi per esplorare questo risultato in modo più completo. Coloro che hanno perso il lavoro durante la pandemia avevano anche maggiori probabilità di segnalare un aumento del giardinaggio, rilassarsi socialmente, camminare e osservare la fauna selvatica. Questo suggerisce che il COVID-19 sta ribaltando l’idea della natura e i suoi benefici – dalla riduzione dello stress alla connessione sociale – stanno diventando ‘beni di lusso’. Alcuni gruppi hanno apprezzato maggiormente la tradizione o il cibo ed hanno espresso questi pensieri. Con risultati diversi dagli intervistati urbani e rurali, i ricercatori affermano che c’è molto altro da imparare dietro i numeri e pianificare studi futuri. Pochissimi studi peer-reviewed sono stati pubblicati sulla questione degli americani che cercano la natura durante la pandemia, nonostante i resoconti dei media e l’esperienza personale che suggeriscono che stia accadendo. Lo studio è inoltre unico perché esplora non solo i cambiamenti nelle attività, ma anche i valori delle persone nei confronti della natura. Il team spera che i responsabili delle decisioni possano saperne di più su quali popolazioni stanno utilizzando la natura più o meno durante la pandemia e concentrarsi sulla rimozione delle barriere all’accesso alla natura, per aumentare l’equità. Mentre molti studi hanno esplorato il modo in cui i disastri naturali (vulcani, tornado, incendi) influiscono sui valori umani, i ricercatori UVM volevano indagare su un diverso tipo di crisi: una pandemia, che differisce in modo chiave da altri “disastri naturali”. Delle 15 attività all’aperto studiate, alcune sono diminuite di frequenza, incluso il campeggio, mentre altre sono rimaste relativamente costanti, tra cui andare in bicicletta, andare in barca e pescare. Il lavoro cataloga una parte di questa pandemia che potrebbe altrimenti essere poco discussa o di cui è difficile fornire prove. Questo studio è un’istantanea tempestiva del ruolo centrale che la natura gioca nel nostro benessere e dell’importanza dell’accesso alla natura durante periodi difficili e incerti come questa pandemia. Si spera che i risultati contribuiscano a informare le future decisioni di gestione del territorio. I dati sono il risultato di sondaggi online su oltre 3.200 persone nel Vermont durante l’ordine esecutivo dello stato “Stay safe, stay home”, annunciato nel maggio 2020.

Daniele Corbo

Biografia: “COVID-19 and human-nature relationships: Vermonters’ activities in nature and associated nonmaterial values during the pandemic” by Joshua W. Morse , Tatiana M. Gladkikh, Diana M. Hackenburg, Rachelle K. Gould. PLOS ONE

Immagine: Nature (Menna Adel)

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Penso che in qualsiasi momento difficile camminare nella natura sia rilassante, il problema è che non tutti hanno la possibilità per portarlo a compimento.

    "Mi piace"

  2. marisasalabelle ha detto:

    Sì, è vero, anche per me è così!

    "Mi piace"

    1. La trovo una risposta della nostra mente molto sana

      "Mi piace"

  3. fulvialuna1 ha detto:

    La vivo sempre non ne posso fare a meno, pandemia a parte.

    "Mi piace"

    1. E fai benissimo! La natura aiuta tanto a stare bene

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.