Nuove prospettive nel comportamento umano e nella cultura

Mario Henrique captures the unpredictability of human behavior – Canvas:

È alla confluenza di esperienze diverse che nascono nuove teorie. Scrivendo in “Perspectives” di questa settimana sulla rivista Science, i ricercatori dell’ASU commentano la nuova scienza di Barsbai et al che analizzano il comportamento umano nelle società tradizionali e sostengono una nuova teoria evolutiva del comportamento umano completamente integrata. Una collaborazione di questi due particolari ricercatori non è inaspettata ma riflette come la pratica e la teoria si combinano per creare nuove idee. I ricercatori hanno trascorso la maggior parte degli ultimi 30 anni nelle giungle del Sud e Centro America, Sud Africa e Filippine, vivendo e lavorando con comunità di cacciatori-raccoglitori indigeni per comprendere gli aspetti unici della nostra specie. Questo ricercatore è un precursore nel campo dell’evoluzione culturale, concentrandosi sulla psicologia evolutiva dei meccanismi che danno origine – e influenzano – la cultura umana e su come questi meccanismi interagiscono con i processi dinamici della popolazione per plasmare la variazione culturale umana. Sono 17 scienziati dell’Institute of Human Origins dell’Arizona State University che lavorano all’avanguardia della scienza evolutiva per fornire una migliore comprensione di “come gli esseri umani sono diventati umani” e come e perché siamo in qualche modo così diversi da tutti altre forme di vita sul pianeta. Nel loro commento, i ricercatori supportano un’analisi di 339 società di cacciatori-raccoglitori che mostra che non solo i cacciatori-raccoglitori sono comportamentalmente simili in ecologie simili, ma anche i mammiferi e gli uccelli in quelle ecologie tendono a mostrare le stesse regolarità comportamentali umane popolazioni, convalidando la prospettiva evolutiva chiamata ecologia comportamentale umana. Tuttavia, passando a un nuovo paradigma iniziato negli anni ’80, aggiungono che anche l’apprendimento sociale, la storia culturale e l’evoluzione culturale sono importanti determinanti principali della variazione comportamentale umana. Gli esseri umani collaborano più di ogni altro primate. A causa del ruolo della cultura e della cooperazione, la nostra specie ha visto uno spettacolare successo ecologico. I ricercatori citano anche i ricercatori dell’Istituto di Origini Umane e il recente articolo sulle cause delle variazioni tra 172 comunità di nativi americani nordamericani che hanno scoperto che “l’effetto della storia culturale sembra persistere per centinaia o addirittura migliaia di anni”. I ricercatori vedono la necessità di sintetizzare sia l’ecologia comportamentale adattativa che gli approcci all’evoluzione culturale in un approccio unico, integrato ed evolutivo per comprendere la variazione comportamentale umana. Affermano che la cultura e i geni sono collegati in uno stretto abbraccio coevolutivo, e questo porta a modelli complessi di coadattamento genetico e culturale. Si spera che questi recenti studi, le loro osservazioni e le nuove ricerche attualmente in corso aiuteranno a chiarire la natura complessa del comportamento umano e perché le spiegazioni dei modelli comportamentali umani non saranno semplicemente estensioni di modelli di comportamento animale.

Daniele Corbo

Bibliografia: The research will appear in Science.

Immagine: Vultus No. 23 (Mario Henrique)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.