L’apprendimento tramite l’osservazione riduce i pregiudizi cognitivi

Risultato immagini per learn saatchi art

La ricerca della Business School (ex Cass) suggerisce che osservare il processo decisionale degli altri può insegnare alle persone a prendere decisioni migliori da sole. La ricerca ha testato l’efficacia di una nuova strategia di formazione debiasing (riduzione del bias, in particolare rispetto al giudizio e al processo decisionale) e riporta le prime prove che guardare gli altri prendere decisioni può migliorare il nostro stesso processo decisionale. Gli autori hanno condotto tre esperimenti, che hanno coinvolto i partecipanti che formulavano una serie di giudizi prima e dopo un intervento di formazione progettato per migliorare il loro processo decisionale.
Esperimento uno: confrontare l’apprendimento osservazionale con altre strategie comuni di debiasing
Il primo esperimento ha confrontato l’apprendimento osservazionale con altri tre interventi noti per ridurre i pregiudizi cognitivi. I ricercatori hanno testato la suscettibilità dei partecipanti a pregiudizi decisionali comuni su tre scale, con i partecipanti che ricevevano uno dei quattro interventi di debiasing prima di ripetere le domande: una pausa di cinque minuti; un video didattico di 30 minuti sulle tecniche di debiasing; giocare a un videogioco per 90 minuti; e osservare in modo anonimo un altro partecipante che gioca.
Esperimento due: peso su consiglio
Il secondo esperimento ha esaminato se l’osservazione degli altri potesse insegnare alle persone una “regola della media”, dove l’integrazione delle nostre stime con la stima di un’altra persona generalmente produce una maggiore precisione. Ai partecipanti è stato chiesto di stimare il peso di dieci oggetti dalle immagini, prima di vedere la stima di un altro partecipante e di dare la possibilità di rivedere la loro risposta. La differenza tra la prima e la risposta rivista è stata calcolata come “peso sul consiglio”.
Ai partecipanti è stato quindi presentato uno dei quattro interventi di debiasing: informazioni sulla stima della media, un video di un partecipante che effettua una stima rivista basata sulla stima di un altro partecipante; sia le informazioni che il video; e né le informazioni né il video. Tutti i partecipanti hanno quindi stimato di nuovo i pesi di ciascun oggetto e ancora una volta hanno effettuato le revisioni in base alla stima di un pari anonimo. Sono stati quindi calcolati e confrontati i pesi medi su consulenza per entrambe le serie di stime. È stata quindi eseguita una ripetizione del secondo esperimento utilizzando consigli generati da un algoritmo informatico anziché da esseri umani – all’insaputa dei partecipanti – che avrebbero prodotto una maggiore precisione se incorporati nelle stime dei partecipanti.
I risultati chiave dei tre esperimenti sono stati:

  • Osservare gli altri è stato un efficace intervento di debiasing. Nell’esperimento 1, l’intervento di apprendimento osservazionale ha migliorato il processo decisionale riducendo la suscettibilità a tutti e tre i bias cognitivi: ancoraggio, proiezione sociale e rappresentatività.
  • L’intervento di apprendimento osservazionale nell’Esperimento 1 è stato anche complessivamente più efficace del video didattico e della condizione di controllo.
  • Nell’esperimento 2, gli interventi di apprendimento basato sull’osservazione erano più efficaci della pratica da sola nell’insegnare alle persone come usare efficacemente i consigli e gli interventi aumentavano l’assunzione di consigli dei partecipanti.
  • La combinazione di apprendimento basato sull’osservazione e sull’informazione è stata anche più efficace dell’intervento basato sull’informazione da solo nel mitigare i pregiudizi. In altre parole, vedere qualcun altro usare una regola decisionale ha avuto vantaggi unici per insegnare quella regola decisionale.

La ricerca ha dimostrato il valore della formazione all’osservazione come strumento di debiasing per migliorare i giudizi e le decisioni nella nostra vita personale e professionale. Prima di questo lavoro, gli interventi di debiasing si concentravano principalmente sull’insegnamento alle persone di regole astratte e sul fornire loro un feedback sulle proprie decisioni. L’apprendimento osservazionale ci permette di imparare dalle esperienze degli altri. Possiamo migliorare le nostre decisioni osservando il successo e gli insuccessi degli altri. Gli interventi di apprendimento sociale come l’apprendimento osservazionale non sono solo promettenti nella loro efficacia; sono relativamente poco costosi da implementare e scalabili. I risultati potrebbero beneficiare tutti i tipi di casi in cui le persone devono prendere decisioni in condizioni di incertezza (cioè senza tutti i fatti), da quale regalo acquistare un amico per importanti decisioni aziendali, legali e politiche. Ci si augura che questa strategia per indebolire il processo decisionale venga aggiunta ai numerosi interventi di formazione utilizzati da insegnanti, funzionari governativi e industria per aiutare le persone a prendere decisioni migliori. La ricerca suggerisce che l’apprendimento basato sull’osservazione ha il potenziale per essere utilizzato per ridurre i pregiudizi decisionali e migliorare il processo decisionale. Ad esempio, mentre le persone osservano gli altri giocare ai videogiochi, sono in grado di vedere all’interno del processo decisionale del giocatore e di imparare dai propri errori. Allo stesso modo, in un contesto aziendale, osservare come gli altri dimostrano pregiudizi decisionali o evitano tali pregiudizi può ridurre i propri pregiudizi decisionali, il che sarebbe un modo più conveniente per insegnare ai dipendenti che attraverso una formazione approfondita con feedback. Il debiasing è una nuova eccitante area di ricerca. Negli ultimi sei anni, il campo ha dimostrato che le persone traggono vantaggio dal feedback diretto che mostra i pregiudizi nel proprio processo decisionale. Questo nuovo lavoro è il primo a scoprire che le persone non devono imparare dall’esperienza diretta. Possiamo trarre dalle azioni di altre persone come diventare meno prevenuti e migliorare il nostro processo decisionale.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Decision making can be improved through observational learning” by Scopelliti et al. Organizational Behavior and Human Decision Processes.

Immagine: Learning to fly (Justine Formentelli)

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. almerighi ha detto:

    è molto vero, io ho imparato a cucinare certi piatti semplicemente guardando mia madre da bambino

    "Mi piace"

    1. lì c’è poi anche l’impatto emotivo che porta a voler riprodurre…comunque anche io trovo che sia vero! Buona giornata

      Piace a 1 persona

  2. Le perle di R. ha detto:

    Non a caso si dice che l’insegnante migliore è dare il buon esempio 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.