L’appetito è collegato a batteri intestinali più sani negli ultracinquantenni

Risultato immagini per dinner

Uno studio ha scoperto che gli ultracinquantenni con un buon appetito hanno comunità di microbi più diversificate e diverse nell’intestino rispetto a quelli con scarso appetito. Lo studio, appena pubblicato sul Journal of Cachexia, Sarcopenia and Muscle del King’s College di Londra e dell’Università di Southampton, è il primo a identificare le differenze nei batteri intestinali basate sull’appetito tra adulti anziani altrimenti sani. I ricercatori hanno anche scoperto che l’appetito inferiore era associato a una riduzione della forza e della funzione muscolare, con i batteri intestinali come potenziale collegamento tra i due. Il team ha utilizzato le risposte al questionario dell’appetito per identificare 102 persone anziane che avevano scarso appetito e 102 persone anziane che avevano un buon appetito e ha confrontato i loro batteri intestinali. I due gruppi erano per il resto il più simili possibile in termini di età, indice di massa corporea, consumo calorico, uso di antibiotici e altri fattori che potevano avere un impatto sui batteri intestinali. I ricercatori hanno scoperto che gli individui con uno scarso appetito avevano meno varietà nei loro batteri intestinali rispetto agli individui con un buon appetito. Hanno anche scoperto che quelli con un appetito sano avevano maggiori probabilità di avere microbi associati a diete ricche di verdure e fibre. Il team ha quindi esaminato la forza muscolare dei partecipanti, sulla base di precedenti valutazioni della forza muscolare completate durante le visite cliniche, e ha scoperto che i gemelli con un appetito più scarso avevano una forza muscolare ridotta rispetto ai gemelli con un buon appetito. La perdita di appetito è molto comune nelle persone anziane e ciò può avere gravi conseguenze, inclusa la perdita di massa muscolare e funzionalità. Questa ricerca è la prima ad esplorare i legami tra appetito e batteri intestinali e come questo possa essere correlato alla forza muscolare. Uno scarso appetito può portare a una cattiva alimentazione e alla perdita di peso, che a sua volta può portare alla perdita di massa muscolare e quindi alla riduzione della forza muscolare. Si sa da ricerche precedenti, tuttavia, che uno scarso appetito è anche collegato alla perdita di forza muscolare indipendentemente dalla perdita di peso complessiva. Ora c’è bisogno di studi per capire esattamente come l’appetito, i batteri intestinali e la funzione muscolare si influenzino a vicenda e in quale ordine. Questo potrebbe informare lo sviluppo di trattamenti in futuro per preservare la massa e la funzione muscolare, per migliorare la salute in età avanzata.

Daniele Corbo

Bibliografia: The research will appear in Journal of Cachexia, Sarcopenia and Muscle

Immagine: The dinner Party (Ainura Barron)

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Molto interessante.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.