Politica e cervello: l’attenzione aumenta quando i politici sono incoerenti

Politics are clowns. Portrait of the ex Polish president. Drawing by  Katarzyna Hasnik

In un momento di estrema polarizzazione politica, sentire che un candidato politico ha assunto una posizione non coerente con il proprio partito potrebbe sollevare alcune domande per i suoi elettori. Perché non sono d’accordo con la posizione del partito? Sappiamo per certo che si trovano con le posizioni del partito? Una nuova ricerca condotta da un team di psicologi politici dell’Università del Nebraska-Lincoln, ha dimostrato che il cervello umano sta elaborando affermazioni politicamente incongruenti in modo diverso – l’attenzione è in aumento – e che anche la convinzione del candidato verso la posizione dichiarata gioca un ruolo. In altre parole, si verifica una risposta neurologica più forte quando, ad esempio, un repubblicano prende una posizione favorevole a nuove tasse, o un candidato democratico adotta un’opinione critica nei confronti della regolamentazione ambientale, ma potrebbe essere più facile per noi ignorare queste posizioni quando non siamo esattamente sicuri di dove sia collocato politicamente il candidato. Usando la risonanza magnetica funzionale, o fMRI, presso il Center for Brain Biology and Behavior del Nebraska, i ricercatori hanno esaminato l’insula e la corteccia cingolare anteriore in 58 individui – entrambe le regioni del cervello che sono coinvolte con la funzione cognitiva – e hanno riscontrato una maggiore attività quando i partecipanti hanno letto affermazioni incongruenti con l’affiliazione dichiarata dal candidato. Ai partecipanti è stata anche mostrata una diapositiva che dichiarava quanto i candidati si sentissero sicuri riguardo alle posizioni. La cosa più importante è che le persone prestavano maggiore attenzione all’incertezza quando erano attaccate alle informazioni coerenti, ed erano più propensi a ignorarle quando erano allegate alle informazioni incoerenti. In queste regioni del cervello, la maggiore attivazione è stata quella di prove incongruenti che erano certe. Se sai con certezza che il candidato sta deviando dalle linee del partito, per così dire, questo sembrava raccogliere più risposte cerebrali dai partecipanti, mentre se c’è il sospetto che stiano deviando dalla linea del partito, ma è collegato a una maggiore incertezza, non ha visto i partecipanti impegnati in così tanta elaborazione di quelle informazioni. Questi studi non hanno esaminato ciò che l’elettore potrebbe decidere di fare con queste informazioni, ma che i partecipanti stavano prestando maggiore attenzione alle dichiarazioni incongruenti nel complesso. Non hanno esaminato se hanno meno probabilità di votare per il candidato, ma quello che mostrano è una maggiore attivazione neurale associata a queste prove. Stanno impiegando più tempo per elaborare le informazioni e impiegano più tempo per prendere una decisione su come si sentono al riguardo. Ciò sembra indicare che sta ottenendo più attenzione. La ricerca solleva una possibile risposta alla perenne domanda sul perché i politici siano spesso meno espliciti nelle loro opinioni o perché possano ribaltare una posizione dichiarata. Questo lavoro indica un motivo per cui i politici potrebbero utilizzare l’incertezza in modo strategico. Se un politico ha una posizione che è decisamente incongruente rispetto alla posizione dichiarata del partito, l’idea è che piuttosto che metterla là fuori, dato che le persone potrebbero afferrarla e prestarvi maggiore attenzione, potrebbe essere strategico per loro mascherare le loro vere posizioni invece.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Political uncertainty moderates neural evaluation of incongruent policy positions” by Ingrid Haas et al. Philosophical Transactions of the Royal Society B

Immagine: Politics are clowns. Portrait of the ex Polish president. (Katarzyna Hasnik)

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Ana de Lacalle ha detto:

    Pues en España estamos ocupadísimos!!!!!!!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.