Pupille più grandi? Potresti semplicemente aver guadagnato la fiducia di qualcuno

EYE Painting by Jakob Ivaniczko | Saatchi Art

La sincronia nella frequenza cardiaca, nella conduttanza della pelle e nel diametro della pupilla gioca un ruolo importante nelle interazioni sociali umane, come guadagnare fiducia o essere attratti l’uno verso l’altro. Questo è ciò che un team di ricercatori ha trovato in diversi esperimenti di laboratorio e sul campo. Immagina di essere in un teatro e sul palco c’è una tuo amica, che fa una presentazione. Noti che è nervosa; sta arrossendo, sta cominciando a sudare e la sua voce sta cominciando a tremare. Ed è allora che involontariamente inizi anche a sentirti nervoso, senza sapere davvero come fermarti. Questo è un esempio di mimetismo autonomo e di come gli esseri umani possono “allinearsi” tra loro tramite segnali non verbali. Il team ha studiato l’importanza del mimetismo autonomo (risposte involontarie e non visibili come la conduttanza della pelle o la dilatazione della pupilla) nelle interazioni sociali umane e ha scoperto che sono davvero molto significative. L’esatto ruolo del mimetismo autonomo nell’interazione sociale è stato oggetto di dibattito scientifico: come si inserisce nel processo dell’interazione sociale umana? Il mimetismo è un punto di partenza, induce certe emozioni come la fiducia o l’attrazione, o è invece causato da queste emozioni? In effetti nessuno dei due sembra essere. Il mimetismo fa parte di un più ampio scambio di segnali verbali e non verbali che sembra precedere atteggiamenti pro-sociali come la fiducia o l’empatia. Ma il nostro cervello comprende i segnali emotivi e li elabora, e questo può portare alla “sincronizzazione” o “allineamento” tra due esseri umani e ad altre risposte fisiologiche o comportamentali. Fino a poco tempo, la scienza sociale era più focalizzata sui movimenti motori “più ampi” nell’interazione umana, come le espressioni facciali o il linguaggio del corpo. Grazie a tecniche moderne, come l’elettromiografia, la risonanza magnetica e la possibilità di misurare il diametro della pupilla e il movimento degli occhi, il team è stato in grado di condurre diversi esperimenti di laboratorio e sul campo per scoprire il ruolo svolto dalla mimica autonomica. Ad esempio, ha organizzato un esperimento di fiducia in cui i soggetti giocavano a un gioco di fiducia con una simulazione al computer di un partner umano, mentre veniva misurato il diametro della loro pupilla. I risultati hanno mostrato che nelle interazioni sociali in cui le pupille delle simulazioni al computer erano più grandi, il soggetto si fidava maggiormente della simulazione e imitava il diametro della pupilla della simulazione. In un’interazione in cui le pupille delle simulazioni erano più piccole, i soggetti sembravano fidarsi molto meno della simulazione. In un altro notevole esperimento sul campo, il team ha allestito una tenda per appuntamenti veloci al festival musicale olandese Lowlands nel tentativo di trovare una correlazione tra risposte autonome non visibili, il livello di “sincronizzazione” tra estranei totali ha predetto se si sentissero attratti l’uno dall’altro. Qui, ha scoperto che maggiore è il livello di sincronizzazione della frequenza cardiaca e dei livelli di eccitazione, più i soggetti si sentivano attratti dal loro partner. Sfortunatamente, nessuna relazione è nata da questi esperimenti. Si potrebbe manipolare la sincronia autonomica per far sì che altre persone ci piacciano di più o si fidino di noi? La risposta breve è: non si sa ancora. Hanno condotto alcuni esperimenti nel laboratorio in cui hanno cercato di manipolare le pupille dei partecipanti stimolando il tronco cerebrale, ma questa manipolazione della pupilla non ha avuto successo, quindi non c’è ancora una risposta. In un secondo esperimento che coinvolgeva il blocco parziale della vista di qualcuno, hanno visto che quando le pupille di un partner interagente si allargavano, questo influenzava ancora inconsciamente la fiducia del partecipante. Ciò implica che in realtà non hai bisogno di percepire consapevolmente un segnale per influenzare inconsciamente il tuo comportamento sociale. Ma questa è ancora ricerca in sviluppo.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Physiological synchrony is associated with cooperative success in real-life interaction” by F. Behrens et al. Scientific Reports

Immagine: EYE (Jakob Ivaniczko)

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.