Realizzazione ed evasione possono portare alla dipendenza da videogiochi

Video Game Glow Drawing by Elena Smyrniotis |

Mentre i videogiochi online aumentano di popolarità, in particolare con la pandemia COVID-19 che costringe le persone a rimanere a casa, alcuni giocatori stanno diventando dipendenti mentre cercano sentimenti di realizzazione e fuga, secondo una nuova ricerca dell’Università della Buffalo School of Management. Lo studio, pubblicato di recente su Decision Support Systems, ha rilevato che i giocatori hanno una maggiore sensazione di proprietà dell’ambiente virtuale rispetto ad altri utenti della tecnologia, come i navigatori di siti web.
Questo interesse ad occupare il mondo virtuale può diventare problematico, persino avvincente, se associato a un tempo di gioco eccessivo. Il gioco può essere rintracciato nel corso della storia umana come un modo per aiutare le persone a rilassarsi e ritirarsi dalla routine quotidiana. Ma la crescente popolarità dei giochi online ha portato a un aumento della dipendenza, che può portare i giocatori a ignorare le responsabilità familiari e lavorative. I casi gravi possono portare i giocatori a crimini, problemi di salute o persino alla morte.
I ricercatori hanno intervistato più di 400 studenti universitari in economia per valutare l’impatto della motivazione al risultato, della motivazione sociale e dell’evasione sulla proprietà psicologica dei mondi di gioco virtuali e in che modo ciò si collega alla dipendenza dai giochi online. I loro risultati mostrano che mentre le motivazioni per il successo e l’evasione dalla realtà predicono la proprietà psicologica del giocatore del mondo virtuale, la motivazione sociale no. Le persone che cercano di socializzare traggono vantaggio da altre opzioni come le amicizie di persona o le piattaforme di social media: non fanno affidamento sul mondo virtuale e sui giochi per connettersi con gli altri.
I ricercatori raccomandano diverse strategie per affrontare la dipendenza dai giochi online. Le famiglie, le comunità e le università dovrebbero incoraggiare le attività all’aperto, come le competizioni sportive e i giochi offline, per affrontare il bisogno di successo e di evasione. Inoltre, genitori, insegnanti e datori di lavoro dovrebbero prestare attenzione alle persone che hanno un alto livello di controllo primario – il desiderio di cambiare il loro ambiente e altre persone per ottenere un senso di controllo – poiché possono essere suscettibili alla dipendenza. Nel frattempo, per i giocatori stessi, i ricercatori suggeriscono di scegliere una modalità relativamente facile o molto difficile piuttosto che una difficoltà intermedia durante il gioco.
Questo perché la motivazione al successo è uno dei più grandi predittori della dipendenza dal gioco online e poiché le modalità facili non sono competitive e le modalità difficili sono difficili da padroneggiare, riducono la probabilità che i giocatori si appassionino.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Exploring the effects of psychological ownership, gaming motivations, and primary/secondary control on online game addiction” by Lawrence Sanders et al. Decision Support Systems

Immagine: Video Game Glow (Elena Smyrniotis)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.