Vuoi una vita più lunga e più sana? Risolvi le tue discussioni entro la fine del giorno

Discussion 40 x 30 cm, Ready To Hang Painting by Elena Dmitrenko

Un recente studio dell’Oregon State University ha rilevato che quando le persone sentono di aver risolto un argomento, la risposta emotiva associata a tale disaccordo viene significativamente ridotta e, in alcune situazioni, quasi completamente cancellata. Questa riduzione dello stress può avere un impatto importante sulla salute generale, affermano i ricercatori. Tutti sperimentano lo stress nella loro vita quotidiana. Non è possibile impedire che accadano cose stressanti. Ma la misura in cui puoi limitarli, portarli a termine e risolverli pagherà sicuramente i dividendi in termini di benessere. Risolvere le tue controversie è molto importante per mantenere il benessere nella vita quotidiana.
I ricercatori sono da tempo consapevoli di come lo stress cronico possa influire sulla salute, da problemi di salute mentale come depressione e ansia a problemi fisici tra cui malattie cardiache, un sistema immunitario indebolito, difficoltà riproduttive e problemi gastrointestinali. Ma non sono solo i principali fattori di stress cronici come la povertà o la violenza che possono infliggere danni. Fattori di stress quotidiani – in particolare i piccoli, piccoli inconvenienti che abbiamo durante la giornata – anche quelli hanno un impatto duraturo sulla mortalità e cose come l’infiammazione e la funzione cognitiva.
Per lo studio, i ricercatori hanno utilizzato i dati del National Study of Daily Experiences, un’indagine approfondita su oltre 2.000 persone che sono state intervistate sui loro sentimenti ed esperienze per otto giorni consecutivi. I ricercatori hanno esaminato i rapporti di entrambi gli argomenti e gli argomenti evitati, definiti come casi in cui la persona avrebbe potuto discutere su qualcosa ma ha scelto di lasciarlo scorrere per non avere un disaccordo. Hanno quindi misurato come l’incidente ha influenzato il cambiamento riferito dalla persona nelle emozioni negative e positive, sia per il giorno dell’incontro che il giorno dopo che si è verificato. La misura di come un’esperienza influisce emotivamente su qualcuno, un aumento delle emozioni negative o una diminuzione delle emozioni positive, nel giorno in cui si verifica è noto come “reattività”, mentre “residuo” è il pedaggio emotivo prolungato il giorno dopo che l’esperienza si è verificata. Gli affetti negativi e positivi si riferiscono al grado di emozioni negative e positive che una persona prova in un dato giorno. I risultati hanno mostrato che il giorno di una discussione o di una discussione evitata, le persone che sentivano che il loro incontro era stato risolto riportavano circa la metà della reattività di coloro i cui incontri non erano stati risolti. Il giorno dopo una discussione o una discussione evitata, i risultati sono stati ancora più evidenti: le persone che hanno ritenuto che la questione fosse risolta non hanno mostrato alcun aumento prolungato del loro effetto negativo il giorno successivo.
Lo studio ha anche esaminato le differenze legate all’età in risposta agli argomenti e ha evitato gli argomenti e ha scoperto che gli adulti di età pari o superiore a 68 anni avevano più del 40% di probabilità rispetto alle persone di età pari o inferiore a 45 anni di segnalare i loro conflitti come risolti. Ma l’impatto dello stato di risoluzione sugli affetti negativi e positivi delle persone è rimasto lo stesso indipendentemente dall’età. I ricercatori hanno fornito diverse spiegazioni per il più alto tasso di risoluzione degli anziani: gli anziani possono essere più motivati ​​a ridurre al minimo le emozioni negative e massimizzare le emozioni positive poiché hanno meno anni rimanenti, il che è coerente con le teorie esistenti sull’invecchiamento e sulle emozioni. Possono anche avere più esperienza nell’affrontare gli argomenti e quindi essere più efficaci nel disinnescare o evitare i conflitti. Se gli anziani sono davvero motivati ​​a massimizzare il loro benessere emotivo, faranno un lavoro migliore, o almeno un lavoro più veloce, per risolvere i fattori di stress in modo più tempestivo.
Sebbene le persone non possano sempre controllare quali fattori di stress entrano nelle loro vite – e la mancanza di controllo è di per sé un fattore di stress in molti casi – possono lavorare sulla propria risposta emotiva a tali fattori di stress. Alcune persone sono più reattive di altre. Ma la misura in cui puoi limitare lo stress in modo che non abbia questo impatto rosicchiante su di te nel corso della giornata o di alcuni giorni contribuirà a ridurre al minimo il potenziale impatto a lungo termine. In futuri progetti di ricerca, i ricercatori sperano di svelare ulteriormente la natura dei disaccordi delle persone per misurare quali contesti e relazioni provocano gli argomenti più stressanti.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Resolution Status and Age as Moderators for Interpersonal Everyday Stress and Stressor-Related Affect” by Dakota D Witzel, MS, Robert S Stawski, PhD. Journals of Gerontology: Series B

Immagine: Discussion (Elena Dmitrenko)

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. luisa zambrotta ha detto:

    Consiglio utile, in teoria… ma non sempre praticabile

    Piace a 1 persona

    1. Cara Luisa è vero che è difficile, ma quanto farebbe bene… Un abbraccio

      Piace a 2 people

      1. luisa zambrotta ha detto:

        Ne sono assolutamente certa!
        Un abbraccio a te 😘

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.