Cercare la felicità in tempi difficili può lasciarti più stressato e meno soddisfatto

Molecules of happiness Painting by Natalia Baykalova | Saatchi Art

Lab of Misfits, l’unico studio creativo di neuroscienze focalizzato sulla percezione ha recentemente condotto un esperimento “Looking Back”. A 400 persone è stato chiesto di immaginare di essere alla fine della loro vita. Guardando indietro, cosa volevano dalla vita. Gioia?  Ricchezza?  Saggezza?  Significato?  Successo? Quindi, guardando indietro al 2020, è stato chiesto loro come questi scopi di vita siano stati influenzati dall’incertezza nell’ultimo anno. Il 2020 ha cambiato ciò che vogliono dalla vita? In che modo determinati obiettivi sono stati influenzati nell’ultimo anno rispetto ad altri obiettivi? 
Ciò che è stato scoperto la dice lunga sui diversi atteggiamenti mentali di fronte all’incertezza e potrebbe essere utile mentre ci addentriamo nel 2021. Alla domanda “quale sarebbe stato lo scopo della tua vita?”, La risposta più popolare era la felicità. Ma alla domanda su come hanno vissuto il 2020, le stesse persone che avevano scelto la felicità come scopo della loro vita hanno risposto negativamente. Hanno sperimentato non solo meno gioia, ma anche meno appagamento, così come creatività nel 2020. Hanno anche sperimentato più stress, solitudine e ansia rispetto ad altri.
Contrastando questa scoperta, i partecipanti che hanno scelto l’autenticità come scopo hanno risposto in modo più positivo alle sfide nel 2020. Più della metà ha persino affermato di vivere in un modo che supportava ancora di più il loro scopo. Erano anche più estroversi, comprensivi, aperti e meno ansiosi della media. D’altra parte, coloro che hanno scelto la felicità si sentivano molto meno allineati con il loro scopo e obiettivo ed erano più disorganizzati, critici, meno affidabili e riservati.
Allora, perché le persone che si concentrano sulla felicità sono più inclini alla delusione, allo stress e all’ansia di fronte all’incertezza? Il cervello lavora sulla predizione; “Sarò felice quando XXX accadrà.” Questo crea la possibilità di una delusione continua (se impostiamo le nostre aspettative di felicità e non la realizza, restiamo delusi). Quando siamo delusi, il nostro cervello lo registra come dolore, e spesso il dolore della delusione è più acuto di quello indotto fisicamente (questo è dovuto al rilascio di endorfine dal dolore fisico). Il peso della delusione spesso porta a stress e ansia. Quando guardiamo all’autenticità, sappiamo che l’onestà è il meccanismo noto e chiaro per ottenerla. Al contrario della felicità, che il più delle volte si basa su fonti esterne, l’autenticità può essere raggiunta indipendentemente. Quindi, l’aspettativa di autenticità viene dall’interno ed è meno direttamente influenzata dall’incertezza.
Allora, qual è il più grande risultato dell’esperimento “Looking Back? In tempi di incertezza, la ricerca diretta della felicità potrebbe non avere un risultato positivo, il che potrebbe essere considerato ironico. Sì, la felicità potrebbe essere raggiunta, ma attraverso altre strategie e se siamo disposti ad adattare la nostra percezione della felicità e il modo in cui viene raggiunta (internamente piuttosto che esternamente forse).
Quello che hanno trovato essere la scoperta più significativa di questo esperimento è la crescente importanza dell’autenticità; onestà di sé. Quello che si sa è che l’autenticità è una ricerca. È una pratica, a differenza della felicità. Richiede non sapere e si traduce in comprensione. Quando abbiamo la comprensione (al contrario dell’intelligenza), abbiamo la capacità di adattarci poiché la comprensione è conoscere i principi alla base di qualcosa. Quando cerchiamo l’autenticità, piuttosto che la felicità, impariamo ad adattarci (non stiamo cercando o facendo affidamento su qualcosa che viene da fuori di noi). Quando sappiamo che possiamo adattarci, ci sentiamo più ottimisti e siamo meglio attrezzati di fronte all’incertezza.

Daniele Corbo

Bibliografia: Lab of Misfits

Immagine: Molecules of happiness (Natalia Baykalova)

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. vincenza63 ha detto:

    grazie Daniele!
    Buona Pasqua ❤
    Vicky

    "Mi piace"

    1. Grazie Vincenza! Buona Pasqua e buon lunedì in albis! Un abbraccio❤️

      "Mi piace"

      1. vincenza63 ha detto:

        Anche a te, Daniele 😊
        Conosci la coroncina della Divina Misericordia? Sto seguendo la novena in attesa di festeggiare la prossima domenica 😊

        "Mi piace"

      2. Certo, domenica sarà la domenica della Divina Misericordia. Se ricordi anche me e la mia famiglia nella novena, ne sono felice😊🙏

        "Mi piace"

      3. vincenza63 ha detto:

        Con gran piacere, Daniele 😊

        "Mi piace"

      4. Grazie di cuore❤️🙏

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.