Collegamento tra ansia da test e sonno scarso

Anxiety assay Drawing by Lucia Retamar | Saatchi Art

Gli studenti universitari di tutto il paese lottano con un circolo vizioso: l’ansia da test innesca uno scarso sonno, che a sua volta riduce le prestazioni nei test che hanno causato l’ansia in primo luogo.
Una nuova ricerca dell’Università del Kansas appena pubblicata sull’International Journal of Behavioral Medicine sta facendo luce su questo processo biopsicosociale che può portare a voti bassi, ritiro dalle lezioni e persino studenti che abbandonano. Infatti, circa il 40% delle matricole non torna alle università per il secondo anno negli Stati Uniti.
Erano interessati a scoprire cosa prevedeva le prestazioni degli studenti nelle classi di statistica – le classi di statistiche sono di solito le classi universitarie più temute. Può essere un problema particolare che può essere un punto critico per molti studenti. Interessava il sonno e il sonno e l’ansia sono correlati. Quindi, volevano scoprire quale fosse la relazione tra sonno, ansia e prestazioni di prova per trovare la correlazione e come si svolge nel tempo. I ricercatori hanno esaminato la qualità del sonno, i livelli di ansia e i punteggi dei test per 167 studenti iscritti a un corso di statistica alla KU.
I partecipanti hanno completato una batteria elettronica di misurazioni e compilato diari di studio sull’umore del sonno durante le mattine nei giorni precedenti un esame statistico. Gli istruttori hanno confermato i punteggi degli esami. Lo studio ha dimostrato che “il sonno e l’ansia si nutrono a vicenda” e possono danneggiare prevedibilmente il rendimento scolastico. Hanno esaminato l’ansia del test per determinare se questo prevedeva chi è passato, ed era un predittore. È stato un fattore predittivo anche dopo aver controllato le prestazioni passate degli studenti e ha aumentato la probabilità che gli studenti fallissero in classe. Quando guardi gli studenti che sono particolarmente ansiosi, c’era una differenza di quasi cinque punti nel loro punteggio rispetto agli studenti che avevano livelli medi di ansia. Non sono poche. È la differenza tra un C-meno e un D. È la differenza tra un B-più e un A-meno. È vero. Oltre al calo dei voti, la salute generale di uno studente potrebbe risentirne quando l’ansia da test e il sonno scarso si rafforzano a vicenda.
Gli studi hanno dimostrato che gli studenti tendono a far fronte all’ansia attraverso comportamenti di salute. Gli studenti possono usare più caffeina per combattere i problemi del sonno associati all’ansia e la caffeina può effettivamente migliorare i problemi del sonno, in particolare se stai usando caffeina nel pomeriggio o la sera. Gli studenti a volte si automedicano per l’ansia usando alcol o altri farmaci sedativi. Queste sono cose che sappiamo essere correlate.
Le università potrebbero fare di più per comunicare agli studenti la prevalenza dell’ansia da test e fornire loro risorse. Quello che sarebbe veramente utile per un’università è parlare di ansia da test e parlare del fatto che è molto comune e che ci sono cose che possono essere fatte per gli studenti che hanno ansia da test. Un’università può anche parlare con i docenti di fare cose che possono fare per ridurre al minimo l’effetto del test dell’ansia. Anche gli insegnanti sono ostacolati dal fenomeno: l’ansia e i problemi di sonno associati in realtà distorcono la loro capacità di misurare la conoscenza degli studenti in una determinata materia. Come docente, l’obiettivo quando si prepara un test è valutare quanto capisce uno studente. Quindi avere un problema psicologico o emotivo si intromette. In realtà impedisce la capacità di valutare efficacemente l’apprendimento. È rumore. Non è correlato a ciò che capiscono e a ciò che sanno. Quindi, è opportuno che tutti i docenti vedano di riuscire a trovare modi per aiutare gli studenti a ridurre al minimo gli effetti dell’ansia sulle loro prestazioni.
Il test in sé non è il problema e un aumento dei test regolari potrebbe ridurre l’ansia attraverso l’esposizione regolare. Tuttavia, anche alcuni piccoli cambiamenti nel modo in cui vengono somministrati i test potrebbero calmare l’ansia degli studenti. Nelle classi che utilizzano misure basate sulle prestazioni come matematica o statistica, le classi che tendono a indurre molta ansia per alcuni studenti, incoraggiandoli a dedicare cinque minuti prima di un esame per scrivere fisicamente su ciò di cui sono ansiosi possono aiuto – è economico, è facile. Inoltre, l’eliminazione di un limite di tempo su un test può aiutare. Non c’è davvero nulla da guadagnare dicendo agli studenti: “Hai un’ora per completare un test e quello che non fai semplicemente non lo fai”. Questo non è davvero valutare ciò che uno studente può fare, ma solo valutare ciò che uno studente può fare rapidamente.
La ricerca sul legame tra ansia da prova e sonno povero dovrebbe essere ampliata per includere un gruppo più diversificato di studenti e anche per includere la sua influenza sull’apprendimento a distanza. Gli studenti di questo studio erano per lo più studenti caucasici della classe media. Quindi, si dovrebbe esitare a dire che questi risultati si generalizzeranno necessariamente alle università che hanno un corpo studentesco più eterogeneo. Inoltre non si può neanche dire come questo si generalizzerebbe nell’attuale ambiente Zoom. Non si sa come questo si risolva perché è probabile che le richieste di sostenere gli esami online siano molto diverse.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Test Anxiety and Poor Sleep: A Vicious Cycle” by Nancy Hamilton et al. International Journal of Behavioral Medicine

Immagine: Anxiety assay (Lucia Retamar)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.