Perché è così difficile sospendere alcuni antidepressivi?

Prozac Drawing by Ross Hendrick |

I ricercatori dell’Università dell’Illinois di Chicago sono un passo avanti verso la scoperta del motivo per cui è così difficile per le persone interrompere alcuni farmaci antidepressivi. Il documento pubblicato sulla rivista  Molecular Pharmacology, affronta i meccanismi molecolari e cellulari che causano la sindrome da astinenza da antidepressivi. Gli autori dello studio, hanno spiegato che gli attuali antidepressivi possono richiedere circa due mesi per iniziare a dare effetto nei pazienti che poi continuano ad assumere questi farmaci per anni. Lo “svezzamento” dei pazienti da questi farmaci può provocare sintomi spiacevoli che possono variare da sensazioni simil-influenzali e dolore o prurito persistenti a condizioni simili al Parkinson che possono durare per settimane.
Un americano su sei soffre o soffrirà di depressione; per i veterani, il tasso stimato è il doppio. Precedenti ricerche hanno dimostrato che i farmaci antidepressivi si raccolgono gradualmente in strutture di membrana ricche di colesterolo chiamate “raft lipidici”. Quando un neurotrasmettitore (come la serotonina, che è coinvolto con l’umore) si lega a un recettore all’esterno di una cellula, una proteina nella zattera lipidica – chiamata Gs alfa – trasmette il segnale all’interno della cellula dove può suscitare una varietà di azioni. Una di queste azioni è la produzione di una molecola di segnalazione intracellulare chiamata AMP ciclico. 
Nel cervello delle persone con depressione, l’AMP ciclico è basso; ma con un efficace trattamento antidepressivo, l’AMP ciclico torna alla normalità. Per il loro nuovo studio, i ricercatori hanno esaminato l’attività delle molecole alfa di Gs utilizzando la luce fluorescente per determinare come si muovevano dentro e fuori dalle zattere lipidiche. Hanno scoperto che mentre la sospensione di alcuni farmaci antidepressivi bilancia l’azione di Gs alfa dentro e fuori le zattere lipidiche, altri farmaci sopprimono il ritorno di Gs alfa alle zattere. Questa soppressione, ritengono i ricercatori, è ciò che provoca effetti persistenti e indesiderati di alcuni antidepressivi. I raft lipidici sembrano essere rilevanti sia per gli effetti terapeutici ritardati degli antidepressivi sia per la difficoltà di svezzamento da questi farmaci. 
Ci vuole molto tempo prima che questi farmaci si dividano in zattere e molto tempo prima che escano, alcuni più di altri. Curiosamente, gli antidepressivi ad azione rapida come la ketamina hanno effetti simili su Gs alfa e sulle zattere lipidiche, ma senza ritardi. Questo convalida l’idea che le molecole intracellulari risultanti da una proteina alfa Gs attiva siano un ottimo biomarcatore per il funzionamento degli antidepressivi. Pensano di aver ottenuto una certa chiarezza su questo problema e vorrebbero andare avanti verso l’utilizzo della tecnologia per creare un trattamento personalizzato per la depressione. Osservando come le cellule di un singolo paziente metabolizzano le proteine ​​Gs alfa, possono prevedere meglio quale farmaco antidepressivo potrebbe funzionare per ogni paziente. Questo può essere realizzato in giorni e non settimane e mesi di tentativi ed errori per trovare il farmaco giusto. Una società che utilizza questa tecnologia sviluppata dall’UIC, Pax Neuroscience, è stata costituita per sviluppare la tecnologia per il mercato. Inoltre, gli indicatori fluorescenti cellulari consentono di eseguire test a livello cellulare per sviluppare nuovi farmaci antidepressivi.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Antidepressants produce persistent Gαs associated signaling changes in lipid rafts following drug withdrawal” by Nicolas B. Senese and Mark M. Rasenick. Molecular Pharmacology

Immagine: Prozac Drawing (Ross Hendrick)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.