I coloranti alimentari possono causare malattie quando il sistema immunitario è disregolato

Original Food Color Photography For Sale |

I coloranti alimentari artificiali possono causare malattie quando il sistema immunitario è diventato disregolato, secondo i ricercatori della Icahn School of Medicine della Mount Sinai University. Lo studio, pubblicato su Cell Metabolism a maggio, è stato il primo a mostrare questo fenomeno.
Lo studio, condotto sui topi, ha scoperto che i topi sviluppavano la colite quando consumavano cibo con i coloranti alimentari artificiali FD&C Red 40 e Yellow 6 quando un componente specifico del loro sistema immunitario, noto come citochina IL-23, era disregolato. Sebbene non sia chiaro se i coloranti alimentari abbiano effetti simili negli esseri umani, i ricercatori intendono studiare esattamente come la citochina IL-23 promuove lo sviluppo della colite dopo l’esposizione al colorante alimentare. La colite è una forma di malattia infiammatoria intestinale (IBD) e la disregolazione della citochina IL-23 è nota per essere un fattore nello sviluppo dell’IBD nell’uomo. I farmaci che ne bloccano la funzione sono ora utilizzati con successo nei pazienti. I coloranti alimentari come il Red 40 o Yellow 6 sono ampiamente utilizzati in alimenti, bevande e medicinali. Questi due coloranti alimentari sono i più usati al mondo.
Sia la predisposizione genetica che i fattori ambientali sembrano svolgere un ruolo nel fatto che una persona sviluppi l’IBD, una condizione che colpisce milioni di persone in tutto il mondo, ma i fattori ambientali esatti sono rimasti sfuggenti. Per lo studio, i ricercatori hanno creato modelli murini che avevano un’espressione disregolata della citochina IL-23. Con loro sorpresa, i topi con la risposta immunitaria disregolata non hanno sviluppato spontaneamente una malattia infiammatoria intestinale anche se l’IL-23 disregolata è un fattore nelle persone con la malattia. Quando hanno ricevuto una dieta con i coloranti alimentari Red 40 o Yellow 6, i topi alterati hanno sviluppato colite. Tuttavia, i topi che avevano la dieta infusa di colorante ma avevano un sistema immunitario normale non hanno sviluppato IBD.
Per dimostrare che il colorante alimentare era effettivamente responsabile, i ricercatori hanno alimentato le diete alterate dei topi senza il colorante alimentare e l’acqua che lo contenevano; in entrambi i casi, la malattia si è sviluppata quando i topi hanno consumato il colorante, ma non diversamente. Hanno ripetuto questa scoperta per diverse diete e diversi coloranti alimentari.
I drammatici cambiamenti nella concentrazione di inquinanti nell’aria e nell’acqua e l’aumento dell’uso di alimenti trasformati e additivi alimentari nella dieta umana nell’ultimo secolo sono correlati con un aumento dell’incidenza di malattie infiammatorie e autoimmuni. Si pensa che questi cambiamenti ambientali contribuiscano allo sviluppo di queste malattie, ma si sa relativamente poco su come lo facciano. Speriamo che questa ricerca sia un passo avanti verso la comprensione dell’impatto dei coloranti alimentari sulla salute umana.

Daniele Corbo

Bibliografia:  i risultati appariranno in Cell Metabolism

Immagine: I Like Twister (Javiera Estrada)

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.