Il dolore addominale infantile può essere collegato a un’alimentazione disordinata negli adolescenti

Anorexia Painting by Gloria Perez Herrero

Una nuova ricerca mostra che le persone che soffrono di dolori addominali ricorrenti durante l’infanzia possono avere maggiori probabilità di avere un’alimentazione disordinata da adolescenti. Questo è il primo studio a fornire prove prospettiche di un’associazione tra dolore addominale ricorrente all’età di 7-9 anni e digiuno per controllare il peso all’età di 16 anni. 
Lo studio, pubblicato  sull’International Journal of Eating Disorders, suggerisce che il dolore addominale ricorrente, il disturbo gastrointestinale più comune dell’infanzia, può essere un fattore di rischio indipendente per il successivo digiuno per controllare il peso. I ricercatori dell’Università di Oxford, della Duke University USA e dell’Università di Bristol, hanno utilizzato la coorte di 14.000 bambini nel Regno Unito dei “Bambini degli anni ’90” per esplorare questa associazione. Un numero record di giovani viene indirizzato ai servizi per i disturbi alimentari del SSN con più del doppio delle segnalazioni nel 2020 rispetto al 2017.
I fattori alla base dei disturbi alimentari sono complessi, ma questi risultati suggeriscono che per alcuni pazienti il ​​dolore addominale ricorrente nell’infanzia può precedere e contribuire a problemi successivi. Anche se non si può confermare che il dolore addominale ricorrente nell’infanzia aumenti il ​​rischio di sviluppare un disturbo alimentare, si sospetta che alcuni bambini diventino timorosi del loro dolore e inizino a evitare i cibi che associano al dolore. Questo potrebbe quindi metterli su una traiettoria che porta a comportamenti di digiuno inutili nell’adolescenza. Gli autori dello studio delineano tre raccomandazioni specifiche per i medici:

  • Informarsi su una storia di dolore addominale ricorrente nell’infanzia in pazienti con disturbi alimentari
  • Valutare un’alimentazione disordinata in pazienti con disturbi gastrointestinali, come il dolore addominale ricorrente nell’infanzia
  • Affrontare l’ansia dei pazienti associata alle loro sensazioni gastrointestinali durante il trattamento dei disturbi alimentari

Indagando su una storia di dolore addominale ricorrente nell’infanzia in tutti i pazienti con disturbi alimentari, i medici saranno in grado di identificare i pazienti il ​​cui dolore infantile potrebbe aver contribuito all’evitamento del cibo e adattare di conseguenza il loro piano di trattamento. Allo stesso modo, valutando un’alimentazione disordinata in pazienti con problemi gastrointestinali, potrebbero essere in grado di prevenire schemi alimentari inutili man mano che crescono. I risultati dello studio mostrano un’associazione tra un bambino che soffre di dolore addominale 3 o più volte l’anno e un successivo digiuno per il controllo del peso all’età di 16 anni. Tuttavia, non è stata trovata alcuna associazione tra il dolore addominale infantile sofferto 5 o più volte l’anno e il successivo digiuno adolescenziale per il controllo del peso all’età di 16 anni. Potrebbe essere che per il dolore addominale ricorrente nell’infanzia, la frequenza del dolore possa essere meno importante per gli esiti a lungo termine rispetto alla gravità del dolore, al disagio causato e/o al danno funzionale del bambino derivante dal dolore. I medici hanno notato che alcuni dei pazienti adolescenti con anoressia nervosa soffrivano di dolorosi problemi gastrointestinali (GI) durante l’infanzia (come dolore addominale o stitichezza). Pertanto, le prime esperienze gastrointestinali di un bambino potrebbero fornire una chiave per la nostra comprensione dell’alimentazione disordinata osservata in così tanti giovani oggi.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Do children with recurrent abdominal pain grow up to become adolescents who control their weight by fasting? Results from a UK population‐based cohort” by Kate Stein et al. International Journal of Eating Disorders

Immagine: Anorexia (Gloria Perez Herrero)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.