I bambini che dormono con il loro animale domestico hanno un buon riposo notturno

Small girl with dog Painting by Tanya Britkina |

C’è una credenza di vecchia data che far dormire il tuo animale domestico sul letto sia una cattiva idea. A parte occupare spazio, graffiare rumorosamente o scatenare allergie, l’affermazione più comune affermava che il tuo compagno peloso avrebbe disturbato il tuo sonno. Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Sleep Health racconta una storia diversa.
I ricercatori del Pediatric Public Health Psychology Lab (PPHP) di Concordia hanno scoperto che la qualità del sonno del numero sorprendentemente alto di bambini che condividono il letto con i loro animali domestici è indistinguibile da quelli che dormono da soli. Dormire con il tuo animale domestico non sembra essere dirompente come effetto. In effetti, i bambini che hanno dormito spesso con il loro animale domestico hanno approvato una qualità del sonno più elevata. I dati utilizzati dai ricercatori sono stati trovati tra i risultati del più ampio Healthy Heart Project, uno studio longitudinale finanziato dal Canadian Institutes of Health Research, che esplora i legami tra stress infantile, sonno e tempi circadiani.
Bambini e genitori hanno risposto a questionari sulle routine della buonanotte e sull’igiene del sonno: mantenere un orario costante, avere una routine rilassante prima del sonno e dormire in uno spazio tranquillo e confortevole. Per due settimane, i bambini hanno indossato dispositivi indossabili (actigrafia del polso) e compilato registri giornalieri per monitorare il loro sonno. I bambini sono stati anche dotati di un dispositivo specializzato per la polisonnografia domestica per una notte per consentire ai ricercatori di registrare le loro onde cerebrali (segnali EEG) mentre dormivano. Una delle domande sull’igiene del sonno è stata posta se condividevano il letto con un animale domestico.
Sono rimasti sorpresi nello scoprire che un bambino su tre ha risposto di sì! In seguito a questa scoperta, hanno cercato di vedere cosa dicesse la letteratura esistente sul tema della condivisione del letto con gli animali. Hanno trovato alcuni studi con gli adulti, ma quasi nulla con i giovani. Dormire insieme a un animale domestico è qualcosa che fanno molti bambini e non sappiamo come influenzi il loro sonno. Quindi, dal punto di vista della scienza del sonno, hanno ritenuto che fosse qualcosa di importante che dovevano esaminare. I ricercatori hanno classificato i bambini in uno dei tre gruppi in base alla frequenza con cui dormono con il loro animale domestico: mai, a volte o frequenti. Hanno quindi confrontato i tre gruppi attraverso una vasta gamma di variabili del sonno per vedere se c’erano differenze significative tra loro. Dati gli obiettivi più ampi del progetto Healthy Heart, sono stati in grado di guardare non solo l’ora di andare a letto e la quantità di tempo durante il sonno (durata), ma anche quanto tempo ci vuole per addormentarsi (latenza), i risvegli notturni (interruzioni) e la qualità del sonno.
Hanno scoperto che i tre gruppi erano generalmente simili in tutte le dimensioni del sonno. I risultati suggeriscono che la presenza di un animale domestico non ha avuto alcun impatto negativo sul sonno. In effetti, abbiamo scoperto che i bambini che hanno dormito con i loro animali domestici hanno riportato più spesso una qualità del sonno percepita più elevata, soprattutto tra gli adolescenti. Ipotizza che i bambini siano più propensi a considerare gli animali domestici come loro amici e traggano conforto dal dormire con loro. Questi risultati affinano anche il pensiero su come migliorare la tecnologia per misurare il sonno. Molti dispositivi indossabili come Apple Watch e Fitbit o persino gli stessi smartphone hanno accelerometri che rilevano il movimento per decodificare il sonno. Dato il numero di persone che condividono il letto con il proprio partner o il proprio animale domestico, potrebbe essere sensato sviluppare un’impostazione per il co-sleeping per modificare l’algoritmo utilizzato per definire le intrusioni nel sonno o i risvegli, il che renderebbe la valutazione del sonno molto più accurata.

Daniele Corbo

Bibliografia: “The curious incident of the dog in the nighttime: The effects of pet-human co-sleeping and bedsharing on sleep dimensions of children and adolescents” by Hillary Rowe et al. Sleep Health

Immagine: Small girl with dog (Tanya Britkina)

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. luisa zambrotta ha detto:

    Che notizia fantastica!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.