Allenare il cervello a riconoscere le voci

The Conversation Painting by May Wentworth

Durante la pandemia, le persone di tutto il mondo hanno trascorso la loro vita in luoghi insolitamente tranquilli, spesso a casa, isolati o pieni di bolle con la famiglia o gli amici. Man mano che le restrizioni si attenuano in Nord America e in alcune parti dell’Europa, e le persone possono socializzare di nuovo e tornare al lavoro, probabilmente si ritroveranno in posti molto più rumorosi. Una nuova ricerca della Western University e dell’University College London (UCL) suggerisce che queste stesse persone potrebbero aver bisogno di rispolverare l’abilità sociale di concentrarsi su una conversazione in mezzo a tutto il rumore.
Lo studio mostra anche come le persone possono allenarsi per farlo meglio. Quando entriamo in bar, pub e ristoranti, spesso sentiamo le chiacchiere di altre conversazioni intorno a noi, il che rende più difficile capire la persona che stiamo cercando di ascoltare. Le persone di solito sono abbastanza brave a capire cosa sta dicendo qualcuno quando si trovano in un posto tranquillo, ma può essere molto difficile capire cosa sta dicendo qualcuno quando c’è un rumore di fondo. Potremmo aver bisogno di chiedere alla persona di ripetere ciò che ha detto, o di trasferirsi in un luogo più tranquillo, prima di poter capire cosa sta dicendo. Per le persone anziane e le persone con problemi di udito, anche una piccola quantità di rumore di fondo può rendere molto difficile capire cosa dice qualcuno.
Quando sente una voce familiare l’ascoltatore coglie contemporaneamente due tipi di informazioni: conoscere l’identità della persona che sta parlando (ad esempio, distinguere se la persona che stai ascoltando è Andrea o Marco) e comprendere la conversazione con loro. Le voci familiari sono più comprensibili delle voci sconosciute quando c’è rumore ambientale. In ricerche precedenti, i ricercatori hanno scoperto che le voci di amici e partner romantici erano comprese meglio di quelle di estranei, anche quando ciò che veniva detto era identico.
Nel nuovo studio, pubblicato da Psychological Science, i neuroscienziati hanno confrontato la durata dell’allenamento con una nuova voce necessaria affinché gli ascoltatori siano in grado di identificare l’oratore per nome e quanto tempo impiega quella stessa voce per diventare più intelligibile di altri. Per raggiungere questo obiettivo, i partecipanti allo studio sono stati addestrati a riconoscere tre voci diverse ascoltandole con le cuffie in una stanza tranquilla presso il Brain and Mind Institute (pre-pandemia). Sono stati esposti a una voce per circa 10 minuti, un’altra per 20 minuti e una terza per 60 minuti. Hanno poi ascoltato molte frasi diverse dei tre oratori, tutte confuse. Dopo ogni frase dovevano selezionare il nome della persona che la pronunciava. Dopo la formazione, i neuroscienziati hanno testato l’intelligibilità delle tre voci ascoltate durante la formazione con due voci nuove e sconosciute, tutte in un discorso di sottofondo che imitava le condizioni di un ristorante o di un altro spazio pubblico.
La formazione vocale ha migliorato la capacità di riconoscere l’identità da una voce e l’intelligibilità di una voce, ma su scale temporali diverse. Anche 10 minuti con una voce erano sufficienti per gli ascoltatori per identificare con precisione una persona per nome, quasi il 100% delle volte. Tuttavia, le voci addestrate per 60 minuti erano più comprensibili delle voci addestrate per periodi più brevi. La formazione in laboratorio per 60 minuti ha anche fornito la stessa quantità di benefici per l’intelligibilità come si è visto per amici, fratelli e coniugi naturalmente familiari che sono noti da anni. Al di fuori di un ambiente di laboratorio, le persone potrebbero allenarsi per il riconoscimento vocale a casa utilizzando un telefono o un laptop con le cuffie, hanno detto i ricercatori. È interessante notare che i nostri risultati suggeriscono che le persone non avrebbero bisogno di uno spazio particolarmente tranquillo per completare la formazione. Alcuni dei partecipanti hanno completato la formazione in silenzio, mentre altri hanno completato la formazione quando c’era del rumore di fondo e hanno scoperto che la formazione è stata altrettanto efficace in entrambi i casi.

Daniele Corbo

Bibliografia: “How Long Does It Take for a Voice to Become Familiar? Speech Intelligibility and Voice Recognition Are Differentially Sensitive to Voice Training” by Emma Holmes et al. Psychological Science

Immagine: The Conversation (May Wentworth)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.