Approfondimenti sul legame tra stress cronico e morbo di Alzheimer

self portrait(stress) Painting by won park |

Giugno è  il mese della sensibilizzazione sull’Alzheimer e sul cervello, quindi è opportuno parlare di questa fatale malattia del cervello che provoca un lento declino delle capacità di memoria, del pensare e di ragionamento. Lo stress psicosociale cronico, che coinvolge un percorso chiamato asse ipotalamo-ipofisi-surrene (asse HPA), può contribuire allo sviluppo della malattia di Alzheimer. L’asse HPA è la principale via di risposta allo stress nel corpo e regola strettamente la produzione di cortisolo, un ormone glucocorticoide. Una nuova recensione pubblicata su  Biological Reviews  descrive come i fattori ambientali e genetici possono influenzare l’asse HPA degli individui e, in definitiva, il loro rischio di malattia di Alzheimer. La revisione propone anche un meccanismo attraverso il quale i fattori genetici che influenzano l’asse HPA possono anche influenzare l’infiammazione, un fattore chiave della neurodegenerazione. Quello che sappiamo è che lo stress cronico influenza molti percorsi biologici all’interno del nostro corpo. C’è un’interazione intima tra l’esposizione allo stress cronico e le vie che influenzano la reazione del corpo a tale stress. Le variazioni genetiche all’interno di questi percorsi possono influenzare il modo in cui il sistema immunitario del cervello si comporta portando a una risposta disfunzionale. Nel cervello, questo porta a un’interruzione cronica dei normali processi cerebrali, aumentando il rischio di successiva neurodegenerazione e, infine, di demenza.Comprendere i meccanismi molecolari sottostanti e identificare questi fattori genetici ha implicazioni per la valutazione del rischio/progressione alla neurodegenerazione correlato allo stress, informando il successo degli interventi basati sulla gestione dello stress e sui potenziali rischi associati all’uso comune dei glucocorticoidi.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Chronic stress and Alzheimer’s disease: the interplay between the hypothalamic–pituitary–adrenal axis, genetics and microglia” by David Groth et al. Biological Reviews

Immagine: self portrait(stress) (won park)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.