Sesso, droghe e geni: gli atteggiamenti morali condividono una base genetica

DNA - Limited Edition of 10 New Media by Ovocim Art |

Pochi tratti distintivi della controcultura degli anni ’60 spiccano come il sesso, la droga e il rock-n-roll, elementi di uno “stile di vita” che la  rivista Life  una volta bollava come “antitetico in quasi tutti gli aspetti rispetto a quello dell’America convenzionale”. Nel corso dei decenni, man mano che la musica rock è diventata più mainstream, la condanna pubblica del sesso occasionale e delle droghe illecite ha resistito. Perché quello? Parte della risposta potrebbe risiedere nei nostri geni.
Una nuova ricerca pubblicata sulla rivista  Psychological Science  suggerisce che esiste una base genetica comune alla base della disapprovazione di una persona per il sesso non impegnativo e della condanna dell’uso di droghe ricreative. Questa ricerca aiuta gli psicologi a capire meglio come l’ereditarietà possa essere collegata ad alcuni dei nostri valori morali profondamente radicati. Le persone adottano comportamenti e atteggiamenti, comprese alcune opinioni morali, che sono vantaggiose per i propri interessi. Le persone tendono ad associare l’uso di droghe ricreative con il sesso non impegnato. Pertanto, le persone fortemente orientate verso un elevato impegno nelle relazioni sessuali condannano moralmente le droghe ricreative, poiché traggono beneficio da ambienti in cui un elevato impegno sessuale è la norma.
Studi precedenti hanno dimostrato che l’apertura a impegnarsi in rapporti sessuali non impegnativi è parzialmente spiegata dai geni; il resto è spiegato dall’ambiente. I ricercatori volevano studiare se le opinioni morali sull’uso di droghe, che i sondaggi hanno mostrato strettamente correlate all’apertura al sesso non impegnativo, fossero influenzate dagli stessi fattori genetici. Per scoprire l’ereditarietà dai fattori ambientali, i ricercatori hanno intervistato 8.118 gemelli finlandesi per esaminare quanto fossero aperti all’uso di droghe ricreative e al sesso al di fuori di una relazione impegnata. I partecipanti hanno risposto a domande che valutavano le loro opinioni morali su situazioni in cui le persone facevano uso di droghe ricreative, come ad una festa o con gli amici. Ai partecipanti sono state anche poste domande che valutavano la loro apertura al sesso non impegnato. I ricercatori hanno quindi confrontato coppie di gemelli per valutare la misura in cui la condanna delle droghe ricreative, l’apertura al sesso non impegnativo e la relazione tra i due è stata spiegata da (a) geni, (b) l’ambiente condiviso, come la crescita nella stessa famiglia o comunità, o (c) esperienze e ambienti unici non condivisi dai gemelli.
I ricercatori hanno scoperto che le opinioni morali riguardanti sia le droghe ricreative che l’apertura al sesso non impegnativo sono ereditabili per circa il 50%, con il restante 50% spiegato dall’ambiente unico. Inoltre, circa il 75% della relazione tra l’apertura al sesso non impegnato e le opinioni morali sulle droghe ricreative è stata spiegata da effetti genetici e il resto è stato spiegato dall’ambiente unico. I ricercatori hanno anche riscontrato una sostanziale sovrapposizione negli effetti genetici alla base di entrambi i fattori, vale a dire che circa il 40% dei geni alla base dell’apertura al sesso non impegnato sono anche alla base delle opinioni morali sulle droghe ricreative. Questi risultati suggeriscono che gli effetti genetici che influenzano l’apertura al sesso non impegnato si sovrappongono a quelli che influenzano le opinioni morali sulle droghe ricreative. Parti importanti delle questioni scottanti della guerra culturale derivano dalle differenze nelle preferenze di stile di vita tra le persone e quelle differenze nelle preferenze di stile di vita sembrano avere in parte una base genetica.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Sex, Drugs, and Genes: Illuminating the Moral Condemnation of Recreational Drugs” by Karinen, A., Wesselkijk, L., Jern, P., & Tybur, J. Psychological Science

Immagine: DNA – Limited Edition of 10 (Ovocim Art)

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Post molto interessante anche nel palesare come l’ereditarietà genetica può essere collegata anche ai nostri valori morali.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.