La combinazione di disturbi del sonno comuni potrebbe essere mortale

Sleeping man #4 Painting by Prisac Nicolae |

Le persone che soffrono sia di insonnia che di apnea ostruttiva del sonno hanno maggiori probabilità di soffrire di problemi cardiaci e hanno quasi il 50% di probabilità in più di morire rispetto a quelle senza nessuna delle due condizioni, affermano i ricercatori della Flinders University, che consigliano alle persone sottoposte a test per uno dei disturbi di testare anche l’altro. L’insonnia e l’apnea ostruttiva del sonno sono i due disturbi del sonno più comuni, che colpiscono dal 10 al 30% della popolazione, ma spesso le persone possono soffrire di entrambi allo stesso tempo.
In precedenza, si sapeva poco dell’impatto dell’insonnia comorbida e dell’apnea ostruttiva del sonno (COMISA), ma quello che sapevamo è che per le persone con entrambe le condizioni, i risultati di salute sono costantemente peggiori di quelli senza nessuna condizione o di quelli con entrambe le condizioni da sole. Ora, in un nuovo studio pubblicato  sull’European Respiratory Journal , i ricercatori di Flinders hanno studiato un ampio set di dati con sede negli Stati Uniti di oltre 5000 persone per comprendere i rischi di COMISA. I partecipanti, di età compresa tra circa 60 anni all’inizio dello studio e il 52% di sesso femminile, sono stati seguiti per circa 15 anni, con 1210 persone morte durante quel periodo.
I risultati hanno suggerito che i partecipanti con COMISA avevano due volte più probabilità di avere la pressione alta e il 70% in più di probabilità di avere malattie cardiovascolari rispetto ai partecipanti senza insonnia né apnea notturna. Lo studio ha anche mostrato che i partecipanti con COMISA avevano un rischio aumentato del 47% di morire (per qualsiasi motivo) rispetto ai partecipanti senza insonnia o apnea notturna, anche quando sono stati presi in considerazione altri fattori noti per aumentare la mortalità. Questo è il primo studio che valuta il rischio di mortalità nei partecipanti con comorbilità insonnia e apnea notturna. Dato che queste persone corrono un rischio maggiore di avere esiti negativi per la salute, è importante che le persone sottoposte a screening per un disturbo debbano essere sottoposte a screening anche per l’altro.
Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche per indagare su cosa potrebbe causare il rischio di mortalità più elevato per le persone con COMISA, i ricercatori affermano che sono necessarie ulteriori indagini per garantire che i trattamenti funzionino in modo efficace. Potrebbero essere necessari trattamenti specifici per le persone con disturbi concomitanti, quindi è importante esaminare l’efficacia dei trattamenti per l’insonnia e l’apnea notturna in questa specifica popolazione. L’Adelaide Institute for Sleep Health della Flinders University continua a condurre ricerche per comprendere le ragioni per cui l’insonnia e l’apnea notturna si verificano così frequentemente e per sviluppare approcci terapeutici più efficaci.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Co-morbid insomnia and obstructive sleep apnoea is associated with all-cause mortality” by Bastien Lechat et al. European Respiratory Journal

Immagine: Sleeping man #4 (Prisac Nicolae)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.