L’ormone dello stress riduce il comportamento altruistico nelle persone empatiche

L’altruismo, definito come un comportamento costoso rispetto agli altri, varia considerevolmente tra le persone e i contesti. Un contesto importante in cui le persone spesso devono decidere come agire socialmente è sotto stress. In che modo lo stress influisce sul processo decisionale altruistico e attraverso quali meccanismi neurocognitivi?
L’ormone dello stress cortisolo riduce il comportamento altruistico e altera l’attività nelle regioni del cervello legate al processo decisionale sociale, ma solo nelle persone che sono più brave a immaginare gli stati mentali degli altri, secondo una nuova ricerca pubblicata su  The Journal of Neuroscience. In questo studio dell’Universität Hamburg, i partecipanti hanno deciso quanto denaro donare a una selezione di enti di beneficenza prima e dopo aver completato un compito stressante di parlare in pubblico mentre i ricercatori hanno monitorato la loro attività cerebrale con la fMRI.
Per simulare il costo personale di una decisione altruistica, i partecipanti hanno ricevuto una parte del denaro che non hanno donato. Prima del compito stressante, le persone con una maggiore capacità di mentalizzazione, la capacità di immaginare gli stati mentali degli altri, hanno donato più denaro rispetto alle persone con una bassa capacità di mentalizzazione. Nelle persone con un’elevata capacità di mentalizzazione, l’aumento dei livelli dell’ormone dello stress cortisolo ha ridotto le donazioni; il cortisolo non ha avuto alcun effetto sulle persone con bassa capacità di mentalizzazione.
I ricercatori potrebbero prevedere quanto “i mentalizzatori” sceglierebbero di donare in base all’attività nella corteccia prefrontale dorsolaterale (DLPFC), una regione del cervello coinvolta nel processo decisionale sociale. Tuttavia livelli più elevati di cortisolo hanno violato questo schema, indicando che lo stress ha ridotto la rappresentazione neurale delle donazioni nel DLPFC.
Questi risultati rivelano che il cortisolo potrebbe alterare l’attività del DLPFC, che ha un effetto più pronunciato sulle persone che si affidano alla mentalizzazione per prendere decisioni sociali. Lo studio fornisce nuove informazioni sulla modulazione dell’altruismo umano legato alla dinamica dell’ormone dello stress e sui meccanismi socio-cognitivi e neurali coinvolti, con importanti implicazioni per gli sviluppi futuri di interventi più mirati per i decrementi legati allo stress nel comportamento sociale e nella cognizione sociale.

Daniele Corbo

Bibliografia: Altruism under stress: cortisol negatively predicts charitable giving and neural value representations depending on mentalizing capacity” by Schulreich et al. Journal of Neuroscience

Immagine: Empathy (Anna Zavilenskaya)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.