L’ictus è collegato alla depressione prima che si verifichi?

Mentre la depressione è un problema comune per le persone che hanno avuto un ictus, alcune persone potrebbero avere sintomi di depressione anni prima dell’ictus, secondo uno studio pubblicato nel numero online di Neurology del 13 luglio 2022. I ricercatori hanno scoperto che, nelle persone che hanno sviluppato un ictus, i sintomi della depressione hanno preceduto l’inizio dell’ictus e sono ulteriormente peggiorati dopo l’ictus.
La depressione è uno dei problemi più urgenti nelle persone che hanno avuto un ictus ed è così comune che viene definita depressione post-ictus. Ma questo studio ha rilevato che i sintomi depressivi non solo aumentano notevolmente dopo l’ictus, ma ha scoperto che le persone avevano già sviluppato alcuni sintomi depressivi prima ancora che si verificasse l’ictus. Per lo studio, i ricercatori hanno esaminato 10.797 adulti con un’età media di 65 anni e senza una storia di ictus all’inizio dello studio. I partecipanti sono stati seguiti per un massimo di 12 anni. Durante quel periodo, 425 persone hanno avuto un ictus. Sono stati abbinati a 4.249 persone che non hanno avuto un ictus ma erano simili per età, sesso, identità etnica e altre condizioni di salute.
I partecipanti hanno condotto un sondaggio ogni due anni chiedendo se avessero manifestato sintomi di depressione nell’ultima settimana, tra cui: sentirsi depressi; sentirsi soli; sentirsi triste; tutto era uno sforzo; e sonno irrequieto. Più sintomi avevano i partecipanti, maggiore era il loro punteggio. I ricercatori hanno scoperto che sei anni prima del momento dell’ictus, le persone che in seguito hanno avuto un ictus e quelle che non hanno avuto punteggi più o meno lo stesso, circa 1,6 punti. Ma circa due anni prima dell’ictus, decine di persone che hanno avuto un ictus hanno iniziato ad aumentare, in media di 0,33 punti. Dopo l’ictus, i sintomi depressivi sono aumentati di ulteriori 0,23 punti per questo gruppo, raggiungendo un totale di circa 2,1 punti e sono rimasti così alti per 10 anni dopo l’ictus. Al contrario, i punteggi delle persone che non hanno avuto un ictus sono rimasti più o meno gli stessi durante lo studio.
Nel valutare se le persone potessero essere considerate clinicamente depresse, con un punteggio di tre o più punti sulla scala, i ricercatori hanno scoperto che è emerso un modello di risultati leggermente diverso. Alla valutazione prima dell’ictus, il 29% delle persone che stavano per avere un ictus soddisfaceva i criteri per avere una probabile depressione, rispetto al 24% di coloro che non hanno avuto un ictus. Ma al momento dell’ictus, il 34% delle persone che hanno avuto un ictus soddisfaceva i criteri per avere una probabile depressione, rispetto al 24% di coloro che non hanno avuto un ictus. Quei numeri erano circa gli stessi sei anni dopo l’ictus.
Questo suggerisce che i sintomi crescenti della depressione prima dell’ictus sono per lo più cambiamenti sottili e potrebbero non essere sempre clinicamente rilevabili. Ma anche un leggero aumento dei sintomi depressivi, in particolare dell’umore e dei sintomi legati alla stanchezza, può essere un segnale che sta per verificarsi un ictus. La depressione non è solo un problema post-ictus, ma anche un fenomeno pre-ictus. Non è chiaro se questi cambiamenti pre-ictus possano essere usati per prevedere chi avrà un ictus. Il motivo esatto per cui i sintomi depressivi si verificano prima dell’ictus deve essere studiato in ricerche future. Inoltre, lo studio sottolinea il motivo per cui i medici devono monitorare i sintomi della depressione a lungo termine nelle persone che hanno avuto ictus. Una limitazione dello studio era che i ricercatori non disponevano di dati sufficienti sui trattamenti per la depressione. Quindi, è possibile che alcune persone abbiano ricevuto antidepressivi che avrebbero potuto migliorare i loro sintomi di depressione dopo l’ictus.

Daniele Corbo

Bibliografia: The findings will appear in Neurology

Immagine: Depression (Ella Downing)

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Illuminante!

    "Mi piace"

    1. Si, è uno studio davvero acuto.

      Piace a 1 persona

Rispondi a Daniele Corbo (Orme Svelate) Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.