Comportamento di dipendenza legato alla personalità e alla psicopatologia

Il disturbo da uso di sostanze (SUD) include le sindromi da dipendenza e l’uso dannoso di droghe illecite e alcol. La SUD è spesso complicata da un pattern ripetitivo di astinenza-reintegrazione e comorbilità psichiatriche. Anche i tratti della personalità delle persone con SUD possono essere fattori che contribuiscono all’uso continuo di sostanze. È plausibile che la SUD rifletta una complessa interazione tra uso di sostanze, caratteristiche di dipendenza, sintomi clinici e tratti della personalità.
La relazione tra uso di sostanze e sintomi clinici può essere di natura direzionale. Ad esempio, i sintomi clinici indotti da farmaci o da astinenza sono ben riconosciuti. D’altra parte, alcuni teorici suggeriscono che i pazienti clinici possono usare sostanze come una forma di “automedicazione”. Una relazione così complessa tra caratteristiche SUD e sintomi e personalità viene esaminata al meglio utilizzando l’analisi della rete. Tuttavia, relativamente poche ricerche hanno esaminato questa relazione.
Per affrontare questo problema, i ricercatori dell’Istituto di Psicologia dell’Accademia Cinese delle Scienze, insieme ad altri dell’Università di Hong Kong e del Castle Peak Hospital, hanno reclutato 391 pazienti con SUD in cerca di trattamento e hanno misurato l’uso di sostanze, le caratteristiche di dipendenza, i sintomi clinici e i tratti della personalità utilizzando scale ben validate. L’analisi di rete è stata applicata per costruire una rete di correlazione parziale regolarizzata e per stimare indici di centralità come forza, vicinanza, interdipendenza e influenza attesa. Inoltre, è stata stimata l’importanza relativa di ciascun nodo, con uso di sostanze e caratteristiche di gravità della dipendenza come variabili dipendenti.
I risultati hanno mostrato una rete di correlazione parziale altamente interconnessa e regolarizzata. L’indice di prevedibilità suggeriva che la rete di correlazione parziale regolarizzata fosse “autosufficiente”. Inoltre, il nevroticismo, un tratto della personalità, ha mostrato il più alto indice di vicinanza. Sintomi depressivi, sintomi di ansia e sintomi “generali” nella scala della sindrome positiva e negativa hanno mostrato la massima influenza attesa. Per quanto riguarda i risultati dell’analisi dell’importanza relativa, i sintomi depressivi, i sintomi di ansia e i sintomi “generali” hanno determinato in modo significativo la varianza del consumo di droghe e la gravità della dipendenza.
Presi insieme, i sintomi depressivi e ansiosi sembrano essere possibili bersagli di intervento per rompere il sistema autosufficiente del SUD. I ricercatori stanno pianificando di condurre valutazioni di follow-up su questa coorte e indagare sulla stabilità temporale della rete di correlazione parziale regolarizzata, e di includere misure più raffinate sull’apprendimento della ricompensa per vedere se anche le disfunzioni cognitive in quanto tali potrebbero essere utili obiettivi di intervento.

Daniele Corbo

Bibliografia: “The Interplay Between Addictive Behaviour and Psychopathology and Personality in Substance Use Disorder: a Network Analysis in Treatment-Seeking Patients with Alcohol and Drug Use” by Johannes Y. K. Poon et al. International Journal of Mental Health and Addiction

Immagine: made by ormesvelate with AI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.