L’eye tracking per la diagnosi precoce dell’autismo

Nell’autistico fa difetto la capacità di mostrare e mantenere un’attenzione condivisa. Ciò si traduce nell’impossibilità di costruire un contesto nel quale l’attenzione di due o più soggetti venga contemporaneamente direzionata con modalità selettiva su determinati STIMOLI, in modo da creare un focus attentivo condiviso. L’impossibilità dell’autistico di mantenere un’attenzione condivisa ha anche una profonda ricaduta…

La sindrome di alienazione parentale: il triangolo “maledetto”

La separazione genitoriale nasconde risvolti relazionali e psicologici di indubbio impatto emotivo per tutti i soggetti coinvolti. Uno di essi è identificabile nella PAS, Parental Alienation Syndrome, un costrutto controverso che tutt’oggi lascia incerti gli esperti del settore circa la sua natura. V’è chi sostiene che si tratti del prodotto di una separazione ad alto…

Gli effetti terapeutici della preghiera

Al di là del significato religioso, primario e non certo trascurabile, è necessario precisare come recenti studi abbiano attribuito alla preghiera una valenza maggiormente prosaica, e dunque più proiettata nella fisicità.