Connettività cerebrale nei consumatori di cannabis

Esaminando il cervello dei consumatori abituali di cannabis, i ricercatori hanno identificato un modello di connettività correlato alla brama della sostanza. I risultati aggiungono peso all’idea che le regioni del cervello non funzionano isolatamente, ma attraverso la connettività di più reti che si segnalano a vicenda a seconda dello stato e delle esigenze. La connettività cerebrale durante le voglie di cannabis non è statica ma ha fluttuazioni nei modelli di connessione tra la rete esecutiva centrale e il nucleo accumbens.

La genetica dell’alcolista

Ventinove geni sono stati identificati come collegati al consumo problematico di alcol. Oltre ad un aumentato rischio di disturbo da consumo di alcol, le persone con geni specifici legati alla dipendenza hanno anche un aumentato rischio di depressione, insonnia e dipendenza dal tabacco.