Nuotare in acqua fredda aiuta a curare la depressione

Per la prima volta è stato dimostrato che il nuoto in acque fredde potrebbe essere un trattamento efficace per la depressione. Uno studio pubblicato nel British Medical Journal Case Reports suggerisce che il nuoto in acque fredde potrebbe aiutare le persone con depressione a rinunciare alle loro cure e vivere una vita più felice. Lo…

L’effetto delle esperienze personali sulla depressione

Gli eventi della vita indirizzano le nostre esistenze ed anche la mente ovviamente non è indifferente a ciò che ci accade. Uno studio condotto su ragazze adolescenti riporta che i recenti eventi della vita influenzano i sintomi depressivi in ​​modo diverso, a seconda di come il cervello risponde alla vittoria e alla perdita. Una forte…

Nuovi trattamenti per l’aggressività

Un buon numero di disturbi psichiatrici presentano aggressività e violenza, che, inutile dirlo, sono distruttivi sia per gli individui che per le società in tutto il mondo: la morte, la malattia, la disabilità e numerosi problemi socioeconomici possono spesso essere ricondotti a comportamenti aggressivi. Ma nonostante sia comune, l’aggressione si è dimostrata molto difficile da…

Evoluzione e disagio psichico

Gli stessi aspetti dei cambiamenti evolutivi relativamente recenti che ci rendono inclini a mal di schiena e a dolori vari possono aver generato lunghi tratti di DNA non codificanti che predispongono gli individui alla schizofrenia, al disturbo bipolare e ad altre malattie neuropsichiatriche. Uno studio pubblicato il 9 agosto sull’American Journal of Human Genetics identifica…

Il riscaldamento globale potrebbe aumentare il numero dei suicidi

Secondo una nuova ricerca pubblicata su Nature Climate Change è probabile che i tassi di suicidio aumentino con il riscaldamento della terra. Lo studio, condotto dall’università di Stanford, rileva che l’aumento della temperatura previsto fino al 2050 potrebbe portare a ulteriori 21.000 suicidi negli Stati Uniti e in Messico. Quando si parla di cambiamenti climatici,…

Il perfezionismo nei bambini è un predittore del disturbo ossessivo compulsivo

Studiando bambini piccoli, i ricercatori della Scuola di Medicina dell’Università di Washington a St. Louis hanno scoperto che i bambini che hanno tendenze al perfezionismo e un eccessivo autocontrollo hanno il doppio delle probabilità rispetto agli altri bambini di sviluppare il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) nel momento in cui raggiungono l’adolescenza . Inoltre, le scansioni MRI…