I biomarcatori del cervello identificano chi è a rischio di PTSD

I ricercatori riferiscono che lo striato e l’amigdala sono meno in grado di monitorare i cambiamenti nei livelli di minaccia in quelli con PTSD grave. I risultati possono servire come biomarker per valutare chi potrebbe essere maggiormente a rischio di sintomi di PTSD.

Abusi subiti e comportamenti dannosi

Gli studi riportano che le persone che subiscono bullismo o abuso hanno una qualità di vita inferiore paragonabile a quelle che vivono in condizioni di malattia cronica, come il diabete o la depressione. Lo studio riporta anche che coloro che sono abusati hanno maggiori probabilità di sviluppare comportamenti dannosi come fumare o abbuffarsi.

Giocare a tetris per curare il disturbo post traumatico da stress

Secondo un nuovo studio, la riproduzione del famoso videogioco Tetris può aiutare le persone affette da PTSD ad alleviare ricorrenti ricordi visivi delle loro esperienze traumatiche. Dopo aver giocato a Tetris, i pazienti con PTSD hanno riportato una diminuzione del numero di flashback relativi al trauma che hanno subito.