Sistema immunitario e depressione

Un gruppo di ricercatori giapponesi ha scoperto che l’infiammazione neurale causata dal nostro sistema immunitario innato svolge un ruolo inaspettatamente importante nella depressione indotta da stress. Questa intuizione potrebbe potenzialmente portare allo sviluppo di nuovi antidepressivi che prendono di mira molecole immunitarie innate. I risultati sono stati pubblicati nell’edizione online di Neuron. Ricerche precedenti avevano…

Guardare la natura migliora la percezione del proprio corpo

Una nuova ricerca mostra che guardare programmi televisivi in cui è mostrata la natura, come i documentari, potrebbe davvero fare bene. Lo studio condotto da accademici della Anglia Ruskin University nel Regno Unito e della Perdana University in Malesia, pubblicato sulla rivista Body Image, ha studiato gli effetti della visione di cortometraggi che mostrano ambienti…

Il contatto fisico aumenta il benessere

Ti sorprenderebbe sapere che ci sono benefici per la salute nel tenersi per mano con la tua partner mentre cammini per strada, o abbracciarla quando torni a casa alla fine della giornata? O appoggiando la mano sulla sua gamba o dietro al collo quando sei il passeggero accanto a lui in macchina? Sai che può…

Autismo e problemi di salute

Negli anni ’90, la prevalenza del disturbo dello spettro autistico (ASD) tra i bambini aumentò bruscamente. Questi bambini ora stanno entrando nell’età adulta, ma i medici e gli scienziati sanno molto poco dei problemi di salute che potrebbero dover affrontare. La maggior parte degli studi di salute si sono concentrati su bambini e adolescenti. Tuttavia,…

Le scansioni del cervello potrebbero aiutare le diagnosi dei disagi psichici

Chi ne ha esperienza sa benissimo che non ci sono test di laboratorio per diagnosticare emicranie, depressione, disturbo bipolare e molti altri disturbi del cervello e ciò comporta troppo spesso diagnosi sbagliate con conseguenti cure inadeguate che peggiorano, anziché migliorare i problemi di chi ne è afflitto. I medici generalmente misurano tali malattie sulla base…

L’obesità riduce il senso del gusto

Avere le papille gustative perfettamente funzionanti rende più immediati i circuiti della ricompensa in quanto i sapori, immediatamente riconosciuti con appagamento, danno il segnale al cervello che si può non mangiare più. Quando questo non accade si continua a mangiare alla ricerca di sapori sempre più marcati perché il cibo inizia ad essere inappagante. Precedenti…